Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 1 giorno fa S. Elisabetta Regina

english italiano

Date rapide

Oggi: 17 novembre

Ieri: 16 novembre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Italia Lifestyle

News, Eventi e Lifestyle Italiano

Italia Lifestyle, News, Eventi e Lifestyle Italiano
News, Eventi e Lifestyle Italiano

AmalfiCoast Harbor, Amalfi Coast Port, Porto di Amalfi, Pontile Coppola, Amalfi Mooring Services, Porto Amalfi, Yacht Service in Amalfi Coast, imbarcazioni, porto, port, Marina Amalficoast, Marina Hotel Santa Caterina in Amalfi, luxury exclusive resort on the Amalfi Coast Campania Region South Italy Mamma Agata Ravello Cooking Courses Corsi di Cucina tipica Mediterranea Costa di Amalfi Campania Italia Italy Charming Beautiful 4 Stars Hotel in Amalfi, Hotel Marina Riviera is a relaxing luxury hotel on the Amalfi Coast with swimming pool and a Gourmet Restaurant

Tu sei qui: EventiCampaniaIl fulgore astratto di Carlo Mattioli

Transfer Amalfi Coast, trasferimenti, Taxi driver, Escursioni Pompei, Noleggio auto con conducente, Ercolano, Aeroporto di Napoli, Stazione di Salerno, Train Station transfers, Airport Tour and excursions on the Amalfi Coast and Sorrento Penisula, Airport and train station Transfers, Shore excursions, Rome, Naples, Salerno, Paestum, Vesuvio, Ercolano Ibiza Vacation - Charming Luxury Appartments in Ibiza - Quality Relax Resort in Ibiza Hotel Villa Romana Minori Amalfi Coast - Relax Wellness Hotel on the Amalficoast - Quality 4 Stars hotel in Minori next to Amalfi, Positano, Ravello, Maiori, Conca dei Marini, Salerno Campania Italy Bellessere Costa d'Amalfi, Body Massage, Beauty Center and nail bar on the Amalfi Coast Maiori Salerno Campania Italy Ristorante Pizzeria Al Valico di Chiunzi in Tramonti Amalfi Coast, Bed and Breakfast Accommodation Valico Relax, next to Maiori, Ravello, Amalfi, Positano, Minori, Salerno Campania Italy Villa 21 Furore, Villa in Costa di Amalfi, Soggiorno esclusivo in costiera Amalfitana, Ville in Costa Amalfitana

Campania

in collaborazione con l'archivio Carlo Mattioli di Parma

Il fulgore astratto di Carlo Mattioli

Sabato 27 ottobre la galleria Il Catalogo di Salerno,di Lelio Schiavone e Antonio Adiletta, inaugurerà la 45° stagione espositiva, presentando 17 opere dell’artista modenese

Scritto da Olga Chieffi (admin), martedì 23 ottobre 2012 14:23:05

Ultimo aggiornamento sabato 9 febbraio 2013 16:40:50

La XLV stagione espositiva della Galleria Il Catalogo di Salerno, verrà inaugurata nel segno della tradizione del più intenso Novecento pittorico italiano, luogo osmotico di tutti i linguaggi delle arti. Lelio Schiavone e Antonio Adiletta hanno scelto di proporre 17 opere di Carlo Mattioli, una mostra, nata dalla collaborazione della galleria salernitana con l'archivio Carlo Mattioli di Parma, che verrà inaugurata sabato 27 ottobre alle ore 19, restando fruibile sino al 24 novembre. Carlo Mattioli, modenese di nascita ma parmense d'adozione, ritrova proprio nella città emiliana il luogo della sua riflessione per immagini, affacciandosi alla ribalta artistica intorno agli anni Quaranta, quando la città, ricordata da Attilio Bertolucci come una "cella meglio aerata e ben esposta" rispetto a tanti altri centri d'Italia - sta vivendo una stagione straordinaria: "Per un gioco di destini incrociati - scrive Gianni Cavazzini - operano a Parma poeti quali Mario Luzi, studiosi come Oreste Macrì, critici quali Giacinto Spagnoletti". E' in questo clima, percorso da sottili istigazioni culturali, così vicino al sentire della galleria salernitana, che si inserisce Mattioli. Sono le serate al caffè, gli incontri con i personaggi in transito, Ungaretti, Montale, Parronchi, Bigongiari, che forgiano il segno di Carlo Mattioli, frutto di una forza interiore alimentata giorno dopo giorno nella riflessione e nella "simpatia" sofferente per uomini e cose, che ritroveremo nelle opere esposte al Catalogo, con soggetti, paesaggi, ridotti alle strutture elementari, ma percorsi da un respiro infinito, in cui l'assenza, come specchio della morte, è metafora antichissima che Mattioli sa rinnovare con una pulizia di tocco e una essenzialità d'immagine raramente conseguita. Una pittura di sublimazione la sua, mai dimentica della suggestione di certi addensamenti sensuosi di materia, quei coaguli di colore che lasciano intendere, dentro, tutto un subbuglio di generazioni, accensioni, inquietudini, e perfino ironie, sino ad una pressante percezione del tempo. Con una dizione ferma, e sempre come se d' ogni cosa trovasse indispensabile far sentire al tatto la consistenza del soggetto, il pittore si ritrova a scarnificare sempre piu' quegli spessori "romantici", riducendo quasi a sinopia i segni figurali, staccando, man mano, gli oggetti dal loro luogo, esaltandone la solitudine, leopardianamente. Perfino a volte facendo appello a una sorta di ragione geometrica, come se in una accentuata partizione degli spazi si potesse trattenere piu' a lungo, e con maggiore incidenza espressiva, l'emozione. Nell'esposizione si passerà anche per il suo periodo informale, impresso di forme allucinate, con uno struggimento di toni da esilio, grigi, bruni, ocra, con variazioni sottilissime, pudiche, di tutti i verdi possibili ( Paesaggio Verde), frutto di una gestualita' mai nervosa, destinata piuttosto a confermare un senso implicito, inafferrabile, dei movimenti interni alla natura. Imprevedibili improvvisazioni sul tema, la lucida teoria delle forme sottratte al contingente, in virtù di una loro sofferta conquista dell'essenza delle cose, della loro dimensione ontologica. Il reale è come evocato, non rimosso ma sospeso, e in questa elegia del silenzio più alta si leva la voce dell'Uomo.

Nota Biografica.
Carlo Mattioli : Modena 8 maggio 1911 - Parma 12 luglio 1994
Diede inizio alla sua carriera di pittore nel 1938, aprendo un proprio studio in via S. Nicolò a Parma, città alla quale rimase sempre legato. Alla sua prima fase pittorica, quella degli anni Trenta e Quaranta, si possono ascrivere alcuni ritratti e un certo numero di tele con nudi, quali Studio di nudo del 1933, soggetti e figure costanti nel repertorio iconografico del Mattioli e che saranno parte integrante del suo primo padiglione alla XXII Biennale di Venezia nel 1940. Il Mattioli strinse amicizia con molti letterati e artisti della città di Parma, che negli anni Quaranta vedeva anche il passaggio di importanti poeti come Mario Luzi e Attilio Bertolucci, ai quali il pittore rimase costantemente legato. Gli incontri con i critici e studiosi Oreste Macrì e Giacinto Spagnoletti gli permisero di farsi conoscere e di realizzare, nel 1943, la sua prima personale presso la galleria del Fiore di Firenze, tenuta a battesimo da Ottone Rosai e presentata da Alessandro Parronchi. Gli anni del dopoguerra videro il Mattioli avvicinarsi alle tematiche pittoriche di Pablo Picasso, realizzate per lo più attraverso nudi e paesaggi, gli stessi con cui concorse alla Biennale di Venezia del 1956 conquistando il favore della commissione giudicatrice, presieduta da Roberto Longhi. Nello stesso anno fu premiato alla VII Quadriennale di Roma, a cui prese parte per una seconda volta nel 1960. Nel primo quinquennio degli anni Sessanta il Mattioli si dedicò quasi interamente alla figurazione del nudo femminile. Tra il 1967 e il 1968 il Mattioli spostò progressivamente l'attenzione sulla natura morta, soffermandosi in particolar modo sull'analisi del Canestro di frutta del Caravaggio. Gli anni Settanta segnarono un punto di svolta nella produzione dell'artista che, abbandonate le tematiche precedenti, legate al nudo e alla natura morta, si rivolse alla pittura di paesaggio. Negli anni Ottanta il paesaggio del pittore si arricchì di nuovi elementi figurativi, riscontrabili nelle tele con La foresta di Birnam e Paesaggio (entrambe del 1980) e in Paesaggio in primavera (1982), tutte a Reggio Emilia.

Vernissage : sabato 27 ottobre ore 19 - INGRESSO LIBERO
Apertura: tutti i giorni, escluso il lunedì: ore 10 -13 17,30-20
Info.: 089/232666 www.ilcatalogo.com - info@ilcatalogo.com

Galleria Fotografica

rank:

Ultimi articoli in Campania

LUCA ALINARI. Opere scelte

Negli anni Settanta percorsi a Firenze lì, forse più che altrove, dai fremiti di un rinnovamento che toccava tutte le espressioni culturali, esordiva, da geniale autodidatta della pittura e, non soltanto, Luca Alinari, artista che ha sempre padroneggiato il concetto e la parola con la medesima maestria...

Sebastião Salgado. GENESI

Genesi è l'ultimo grande lavoro di Sebastião Salgado, il più importante fotografo documentario del nostro tempo. Uno sguardo appassionato, teso a sottolineare la necessità di salvaguardare il nostro pianeta, di cambiare il nostro stile di vita, di assumere nuovi comportamenti più rispettosi della natura...

Note di Gusto al Pomigliano Jazz in Campania 2017

Con Note di Gusto ritorna puntuale l'appuntamento di Pomigliano Jazz con il buon cibo, che anche in questa XXII edizione metterà insieme le tante, diverse, molteplici energie della Comunità del Territorio del Vesuvio. In collaborazione con le condotte Slow Food Vesuvio e Agro Nolano, ad ogni concerto...

XXXVII Sagra del FiordilatteFIORDIFESTA

Ad Agerola, comune tra cielo e mare, situato sui monti Lattari e accarezzato dalla brezza marina proveniente dal vicinissimo tratto della Costiera Amalfitana, tra Positano e Amalfi, si terrà la XXXVII sagra del FiordilatteFIORDIFESTA. L'evento, organizzato dall'Associazione Sant'Antantonio Abate, si...