Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 15 giorni fa S. Corinna

english italiano

Date rapide

Oggi: 24 maggio

Ieri: 23 maggio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Italia Lifestyle

Il portale di News, Eventi e Lifestyle Italiano

Italia Lifestyle - Il portale di News, Eventi e Lifestyle Italiano
News, Eventi e Lifestyle Italiano

Amalfi Coast officialHotel Santa Caterina Amalfi

Tu sei qui: EventiCattedrali di ghiaccio. Vittorio Sella, Himalaya 1909

Positano Notizie, non solo news, il portale all news di Positano e della Costiera AmalfitanaAmalfi News non solo notizie è il magazine on line della Costa d'Amalfi Occhi Su Salerno, perchè due occhi non bastano, è il portale all news di Salerno e della sua ProvinciaItalia Turismo e Territorio in un solo portale: Locali d'Autore Italia Lifestyle

Eventi

fino al 26 marzo 2017 presso il Centro Saint-Bénin di Aosta

Cattedrali di ghiaccio. Vittorio Sella, Himalaya 1909

Scritto da (admin), giovedì 3 novembre 2016 11:29:09

Ultimo aggiornamento giovedì 3 novembre 2016 11:29:09

L'Assessorato dell'istruzione e cultura della Regione autonoma Valle d'Aosta comunica che venerdì 4 novembre 2016, alle ore 18, presso il Centro Saint-Bénin di Aosta, sarà inaugurata la mostra Cattedrali di ghiaccio. Vittorio Sella, Himalaya 1909. L'esposizione, che vuole essere un omaggio a Vittorio Sella, tra i più grandi fotografi di montagna di tutti i tempi, ripercorre la straordinaria spedizione himalayana al seguito di Luigi Amedeo di Savoia, Duca degli Abruzzi.
La mostra, curata da Daria Jorioz e Paolo Repetto, in collaborazione con la Fondazione Sella onlus di Biella, propone oltre 50 fotografie di Vittorio Sella di grande equilibrio formale e di rigorosa perfezione tecnica. Le immagini in mostra, risalenti al 1909, sono tutte vintage (stampate nell'anno stesso dello scatto) e appartengono ad un'ampia collezione privata.
L'Assessore all'istruzione e cultura sottolinea come la mostra dedicata al grande fotografo, alpinista ed esploratore biellese negli spazi suggestivi del Centro Saint-Bénin di Aosta rappresenti un inno alla bellezza della montagna, una dimensione che connota l'identità della nostra Regione, della sua storia, del suo presente e del suo futuro.
Vittorio Sella (Biella 1859-1943) ereditò la passione per la montagna dallo zio Quintino Sella, scienziato, ministro, fondatore del Club Alpino Italiano. Cresciuto in una brillante famiglia di industriali e di banchieri, formatosi in un ambiente aperto e stimolante, Vittorio Sella fu un valente alpinista. Raggiunse per primo in ascensione invernale le vette del Cervino (1882) e del Monte Rosa (1884) e attraversò il Monte Bianco dall'Italia alla Francia (1888). Tra la fine dell'Ottocento e l'inizio del Novecento fu tra i primi a partecipare a spedizioni nel Caucaso, in Alaska, in Uganda e in Himalaya. Vent'anni prima di Ansel Adams, che lo stimerà moltissimo, Sella realizzò vaste campagne fotografiche, di grande valore storico, scientifico ed estetico.
Nel gennaio del 1909, pochi anni dopo l'impresa sul monte Ruwenzori, Vittorio Sella fu chiamato da Luigi Amedeo di Savoia per un'ambiziosa spedizione esplorativa e alpinistica nell'Himalaya. Dapprima la principale meta era l'Everest, ma poiché in quegli anni il Nepal e il Tibet erano preclusi agli occidentali, il Duca degli Abruzzi decise di puntare al Karakorum, per raggiungere la vetta del K2. Poiché la cartografia del Karakorum era incompleta, la spedizione ebbe anche un intento geografico e scientifico. Vi parteciparono il topografo Federico Negrotto di Cambiaso, il medico Filippo De Filippi, Vittorio Sella e il suo aiutante Erminio Botta, le guide di Courmayeur Giuseppe Petigax col figlio Lorenzo, i fratelli Alessio ed Enrico Brocherel, i portatori Emilio Brocherel, Alberto Savoie e il cuoco Ernesto Bareux. A Sella, oltre al compito di fotografo, fu affidato l'incarico di documentare con la cinepresa la marcia di trasferimento da Rawalpindi al campo base e ritorno. Questo fu il primo film girato in Himalaya di cui si conservi la pellicola originale. Grazie alla collaborazione con la Fondazione Sella di Biella e il Museo Nazionale del Cinema di Torino, verrà proiettato in mostra il pionieristico e storico filmato di Vittorio Sella Sul tetto del mondo. Viaggio di Sua Altezza Reale il Duca degli Abruzzi al Karakorum, 1910, in versione originale.

La mostra Cattedralidi ghiaccio. Vittorio Sella. Himalaya 1909 è corredata da un catalogo bilingue italiano-francese, riccamente illustrato, curato da Daria Jorioz e Paolo Repetto, edito da Nuvole Rosse Edizioni, acquistabile in mostra al prezzo di 20 euro.
L'esposizione resterà aperta sino a domenica 26 marzo 2017, dal martedì alla domenica, ore 10-13 e 14-18, chiuso il lunedì.
Il costo del biglietto d'ingresso è di 6 euro intero, 4 euro ridotto; 3 euro per i soci del Touring Club Italiano e Alpitur; entrata gratuita per i minori di 18 anni e per le scuole. Sarà inoltre possibile acquistare un abbonamento con la mostra AlpiMagia. Riti, leggende e misteri dei popoli alpini di Stefano Torrione, visitabile fino al 19 febbraio 2017 al Museo Archeologico Regionale di Aosta, al costo di 10 euro intero e 6 euro ridotto. Nel corso della mostra sono previste attività didattiche per le scuole e visite guidate.

Per informazioni:
Regione autonoma Valle d'Aosta
Assessorato istruzione e cultura, Attività espositive: tel. 0165.275937
u-mostre@regione.vda.it
Centro Saint-Bénin: tel. 0165.272687
www.regione.vda.it

Galleria Fotografica

rank:

Eventi

Il Salone dei Sapori dall'8 al 12 maggio 2019

800 anni di saperi e sapori: 800 anni di storia per il Palazzo della Ragione e di eccellenze enogastronomiche per il mercato coperto più antico d'Europa Sotto il Salone, lo stesso traguardo in vista anche per l'Università, fiore all'occhiello della città di Padova, che compirà 8 secoli nel 2022. Il Salone...

Cibo di Strada: a Novara torna quello con la tendina

Pronti, attenti, via. Il tour 2019 del cibo di strada con la tendina, quello a marchio Streetfood, sta per partire e lo farà dal 29 al 31 marzo a Novara con lo Streetfood Village in Piazza Puccini, in occasione di Degusto Novara. Promosso in collaborazione con Confcommercio VCO Alto Piemonte e Ascom...

La tradizione del Carnevale in Irpinia unita per celebrare un grande patrimonio culturale con un mese di iniziative ed eventi

Il Carnevale Princeps Irpino pronto ad inondare di feste, divertimento e tradizione la provincia di Avellino (e non solo). Si preparano i lunghi festeggiamenti dedicati ad una delle feste più amate dell'anno in Irpinia, il Carnevale, che si riunisce nelle sue varie espressioni del territorio sotto un'unica...

Carnevale: a Foiano della Chiana (Ar) torna il più antico d’Italia

Si spengono all'alba le luci dei quattro cantieri allegorici del Carnevale di Foiano della Chiana, il più antico d'Italia che nel borgo in provincia di Arezzo è giunto con il 2019 alla sua 480 esima edizione. Cinque domeniche di festa, dal 10 febbraio al 10 marzo, durante le quali le vie del paese saranno...

Per i 10 anni dal terremoto dell’Aquila, torna in scena lo spettacolo “Uomini Terra Terra” di Giorgio Cardinali dal 18 al 23 dicembre al Teatro Stanze Segrete

Il prossimo 6 aprile 2019 saranno passati 10 anni dal terremoto che ha distrutto l'Aquila, uccidendo 309 persone. Un "disastro naturale"! L'hanno scritto e detto giornalisti, scienziati e politici. Per l'occasione torna dal 18 al 23 dicembre al Teatro Stanze Segrete lo spettacolo "Uomini Terra Terra"...