Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 5 giorni fa S. Giovanna Antida Touret

english italiano

Date rapide

Oggi: 23 maggio

Ieri: 22 maggio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Italia Lifestyle

News, Eventi e Lifestyle Italiano

Italia Lifestyle, News, Eventi e Lifestyle Italiano
News, Eventi e Lifestyle Italiano

Hotel Santa Caterina, Amalfi Coast Luxury Experience, Five Stars Hotel in Amalfi Charming Beautiful 4 Stars Hotel in Amalfi, Hotel Marina Riviera is a relaxing luxury hotel on the Amalfi Coast with swimming pool and a Gourmet Restaurant

Tu sei qui: EventiLazioLABIRINTI DEL CUORE Giorgione e le stagioni del sentimento tra Venezia e Roma

Tour and excursions on the Amalfi Coast and Sorrento Penisula, Airport and train station Transfers, Shore excursions, Rome, Naples, Salerno, Paestum, Vesuvio, Ercolano Ibiza Vacation - Charming Luxury Appartments in Ibiza - Quality Relax Resort in Ibiza Hotel Villa Romana Minori Amalfi Coast - Relax Wellness Hotel on the Amalficoast - Quality 4 Stars hotel in Minori next to Amalfi, Positano, Ravello, Maiori, Conca dei Marini, Salerno Campania Italy

Lazio

dal 24 giugno al 17 settembre a Roma, Palazzo Venezia e Castel Sant'Angelo

LABIRINTI DEL CUORE Giorgione e le stagioni del sentimento tra Venezia e Roma

Scritto da (admin), lunedì 19 giugno 2017 15:33:02

Ultimo aggiornamento lunedì 19 giugno 2017 15:33:02

Labirinti del cuore. Giorgione e le stagioni del sentimento tra Venezia e Roma è una mostra costruita intorno ad un capolavoro di Giorgione, i due amici, un doppio ritratto ormai da tempo considerato da gran parte della critica come uno dei capisaldi del maestro di Castelfranco, ma ancora poco noto rispetto alla sua straordinaria rilevanza, come punto di svolta epocale nella ritrattistica italiana del primo Cinquecento. Rispetto ai precedenti, non solo veneti, si contraddistingue infatti per un'inedita sintesi di elementi che ne fanno l'archetipo di una nuova idea del ritratto, che intende sottolineare lo stato d'animo e l'espressione dei sentimenti d'amore.

L'opera appare strettamente legata ad un particolare clima culturale, quello della gioventù patrizia lagunare nel momento "edonistico" di massima espansione politica, alla vigilia del radicale ridimensionamento a cui sarà costretta la Serenissima.

Il doppio ritratto di Giorgione è conservato nelle collezioni di Palazzo Venezia, ma è attestato a Roma fin dall'inizio del Seicento, a testimonianza dei fili storici che legano la figura di Giorgione a Roma, nel quadro di una rete, ben più ampia, dei rapporti intercorsi tra Venezia e la Città eterna, che ebbero il loro palcoscenico privilegiato proprio nel Palazzo di Venezia, come si dovrebbe più propriamente definire quella che era la prima dimora romana di un accertato collezionista, e con ogni probabilità anche committente, del pittore di Castelfranco: ossia il cardinale Domenico Grimani, con papa Paolo II Barbo uno dei personaggi chiave dei rapporti politici, diplomatici e culturali tra i due stati tra la fine del Quattrocento e i primi due decenni del Cinquecento.

Ed è proprio nell'Appartamento Barbo che si sviluppa la prima sezione della mostra, dedicata a quelle vicende storiche e alla straordinaria novità dei due amici di Giorgione nelle vicende artistiche del primo ‘500.

La mostra prosegue a Castel Sant'Angelo, negli Appartamenti papali, dove è allestita la seconda sezione, con altre opere provenienti da importanti musei del mondo, di grandi maestri del Cinquecento tra cui Tiziano, Tintoretto, Romanino, Moretto, Ludovico Carracci, Bronzino, Barocci e Bernardino Licinio. Opere che conducono il visitatore in quel labirinto esistenziale che ogni uomo porta in sé e che si riflette anche nell'esperienza amorosa, tra innamoramento e approdo matrimoniale, tra abbandono e nostalgia.

La mostra è curata da Enrico Maria Dal Pozzolo, fra i massimi specialisti di pittura veneta fra l'età rinascimentale e barocca, con la collaborazione di un prestigioso comitato scientifico composto da Lina Bolzoni, Miguel Falomir, Silvia Gazzola, Augusto Gentili e Ottavia Niccoli. Il percorso espositivo comprende complessivamente 45 dipinti, 27 sculture, 36 libri a stampa e manoscritti, oltre a numerosi altri oggetti, stampe e disegni. L'allestimento in entrambe le sedi è progettato dallo studio De Lucchi. Il catalogo è edito da arte'm. La mostra è promossa e organizzata dal Polo Museale del Lazio diretto da Edith Gabrielli, con la collaborazione di Civita Mostre.

Labirinti del cuore è visitabile con un biglietto unico comprensivo dei due siti museali e delle due sezioni della mostra. Una audioguida compresa nel biglietto di ingresso è disponibile per tutti i visitatori a Palazzo Venezia, mentre a Castel Sant'Angelo i contenuti della mostra sono fruibili attraverso la nuova app scaricabile gratuitamente.

Galleria Fotografica

rank:

Ultimi articoli in Lazio

PICASSO. Tra Cubismo e Classicismo: 1915-1925

È il febbraio del 1917 e in Europa infuria la Grande Guerra. Pablo Picasso, che ha solo 36 anni ma è già il grande pittore che ha guidato la rivoluzione cubista, arriva per la prima volta in Italia. A cento anni da quel viaggio che segnò tanto la sua arte quanto la sua vita privata (proprio a Roma, mentre...

MONET

Il 19 ottobre al Vittoriano di Roma si è aperta la grande esposizione interamente dedicata a CLAUDE MONET. In mostra circa 60 opere, le più care all'artista e che lo stesso Monet conservava nella sua ultima, amatissima dimora di Giverny: prestiti eccezionali tutti provenienti dal Musée Marmottan Monet...

The Timeless Dance. Beyond the Mountains

Dal 13 al 26 settembre il Complesso del Vittoriano - Ala Brasini di Roma ospiterà - sotto l'egida dell'Istituto per la storia del Risorgimento italiano e con il patrocinio della Regione Lazio e di Roma Capitale - la prima tappa della mostra The Timeless Dance. Beyond the Mountains, a cura di Martina...

DICÒ | Combustioni

Dall'8 giugno al 9 luglio 2017 la Sala del Giubileo del Complesso del Vittoriano - Ala Brasini di Roma ospita la mostra DICÒ | Combustioni: un'antologica dedicata a Enrico Di Nicolantonio, uno degli artisti più dirompenti e originali del panorama italiano e internazionale, che rappresenta a oggi una...