Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 7 giorni fa S. Teodoro martire

english italiano

Date rapide

Oggi: 20 settembre

Ieri: 19 settembre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Italia Lifestyle

News, Eventi e Lifestyle Italiano

Italia Lifestyle, News, Eventi e Lifestyle Italiano
News, Eventi e Lifestyle Italiano

Amalfi Coast officialHotel Santa Caterina Amalfi

Tu sei qui: EventiLE FEMMINE SAPUTE

Positano Notizie, non solo news, il portale all news di Positano e della Costiera AmalfitanaAmalfi News non solo notizie è il magazine on line della Costa d'Amalfi Occhi Su Salerno, perchè due occhi non bastano, è il portale all news di Salerno e della sua ProvinciaItalia Turismo e Territorio in un solo portale: Locali d'Autore Italia Lifestyle

Eventi

Palazzo de' Liguoro, via Arena alla Sanità 12, Napoli

LE FEMMINE SAPUTE

oggi 10 dicembre 2011 e 11 dicembre ore 21:00

Scritto da marchitelli.comunicazione@gmail.com (admin), sabato 10 dicembre 2011 07:23:52

Ultimo aggiornamento lunedì 26 dicembre 2011 09:36:30

Visto il grande successo di pubblico il 10 e 11 dicembre 2011 (ore 21) a Palazzo de' Liguoro (via Arena alla Sanità 12, Napoli)

ritornano

LE FEMMINE SAPUTE di Molière
adattamento Massimo Maraviglia

regia Arturo Muselli Ettore Nigro - riallestimento Ettore Nigro

con Virginia De Chiara, Silvio De Luca, Viola Forestiero, Angela Garofalo, Roberta Ferreri, Paola Magliozzi, Roberto Maiello, Monica Palomby, Riccardo Rico, Daniele Sannino

Dopo il grande successo di pubblico, sabato 10 e domenica 11 dicembre, alle 21, Le Femmine sapute di Moliére ritornano ad animare il cinquecentesco Palazzo de' Liguoro. Con l'adattamento di Massimo Maraviglia, la regia di Arturo Muselli ed Ettore Nigro, nonché il riallestimento di Ettore Nigro, lo spettacolo è «un omaggio irriverente all'umana cretineria (maschile, femminile o altro che sia), che induce ogni individuo a cercare le proprie gratificazioni, i propri riconoscimenti in cose e luoghi diversi da quelli in cui sarebbe utile e naturale forse cercare».

Rappresentata probabilmente per la prima volta nel 1671 al Théatre de la Cour a Saint-Germain-en-Laye, Les Femmes savantes (trad. in italiano Le femmine sapute o anche Le Intellettuali) è una delle commedie cosiddette minori di Molière.
Trama più classica non c'è: una giovane fanciulla (Enrichetta) intende sposare un bravo giovane (Clitandro) di buona famiglia, ma i loro intenti sono contrastati dalla di lei madre (Filaminte) che intende dare in sposa la figlia ad un giovane poeta di scarso valore e malcelato arrivismo (Trissottino) la cui vera natura di profittatore verrà svelata alla fine grazie a un tranello escogitato da Aristo, zio di Enrichetta. Le giuste nozze tra la fanciulla e Clitandro concludono inevitabilmente la fragile trama.

Dietro la storia, l'intento sarcastico di Molière che mira a colpire i vezzi pseudoculturali della borghesia del tempo che, attraverso la coltivazione della scienza e dell'arte "da salotto", aspira ad un maggiore riconoscimento sociale, in contrapposizione all'aristocrazia delle corti.
Letta con gli occhi di oggi si tratta di una commedia del tutto anacronistica che non offre - meglio così - nessuna possibilità di parallelismi coi nostri tempi: altri vezzi, altri disvalori coltiva la borghesia di oggi (ove mai ne esista ancora una), altre questioni toccano i conflitti tra classi sociali.
Ma è proprio questo anacronismo, questa sua sostanziale inattualità (insieme al suo carattere di ludicità guittesca che caratterizza in generale tutta la produzione di Molière) a conferire a questa commedia il suo fascino inossidabile.
Le femmine sapute diviene allora, quasi inevitabilmente, un omaggio irriverente all'umana cretineria (maschile, femminile o altro che sia), che induce ogni individuo a cercare le proprie gratificazioni, i propri riconoscimenti in cose e luoghi diversi da quelli in cui sarebbe utile e naturale forse cercare.
Sicché tutti i personaggi, ciascuno a modo proprio, divengono membri di un coro di gallinacei privi di ogni speranza di redenzione, in contrapposizione a una Enrichetta/coniglio che, nella sua sostanziale e pura stupidità esprime il sempiterno, ottuso desiderio della specie di perpetrarsi.
In questo radicale annullamento di ogni possibile criticità, il gioco delle parti si trasforma allora in un gioco di pura teatralità da guitti, disegnando un arazzo colorato dietro il quale fanno capolino i fantasmi disperati di un nichilismo di transizione.

Assistente alla regia Daniele Sannino - Costumi Monica Palomby - Foto di scena Paola Staiti

Palazzo de' Liguoro, via Arena alla Sanità 12, Napoli
Info e prenotazioni: 338 747 6994/392 574 2429
Prezzo: intero 10 euro, ridotto 7

Ufficio stampa
Anna Marchitelli (Marchitelli Comunicazione)

Galleria Fotografica

rank:

Eventi

"Cantine in Piazza": Venerdì la grande festa del Vino Nobile di Montepulciano

Tutto pronto a Montepulciano (Si) per venerdì 17 agosto per il grande appuntamento dell'estate poliziana, "Cantine in Piazza". A partire dalle 20, decine di aziende di Vino Nobile di Montepulciano troveranno spazio nell'affascinante e suggestivo banco d'assaggio in Piazza Grande per presentare agli appassionati...

Streetfood: Quello con la Tendina scelto da Terrasound

Dai Food Truck ai chioschi attrezzati, lo Streetfood Village sbarca a Pescara, in Abruzzo, dove dall'11 al 14 luglio sarà protagonista nell'area food del Terrasound Festival, il grande appuntamento dell'estate promosso dalla città abruzzese. Sono attesi oltre 40 mila spettatori a questo evento che vedrà...

Con-vivere "il lavoro", torna il festival di Carrara dal 6 al 9 settembre 2018

Se c'è un tema che misura i modi di convivenza tra gli uomini, il livello di civiltà dei continenti, la cultura e i bisogni dei popoli; che sta al centro della vita dei singoli e, contemporaneamente, della collettività, quello è il "lavoro". Sarà questo il tema della tredicesima edizione di con-vivere,...

Cibo di Strada: a Beausoleil il gemellaggio Italia-Francia

Parte nel segno del tricolore e della festa nazionale lo Street Food Village di Beausoleil, cittadina francese alle porte del Principato di Monaco dove fino a domenica 3 giugno è in corso l'evento promosso dall'associazione italiana Streetfood che valorizza il cibo di strada. Il taglio del nastro è stato...

Cantine Aperte: tra arte e paesaggio in Toscana il vino svela tutto il bello

"Gustiamo il bello della Toscana". E' il motivo e anche il tema che il Movimento Turismo del Vino Toscana ha scelto per la prossima edizione di Cantine Aperte, in programma sabato 26 e domenica 27 maggio. Sarà dunque "il bello" il filo conduttore che unirà le circa cento aziende che apriranno le porte...