Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 8 giorni fa S. Claudio martire

english italiano

Date rapide

Oggi: 20 febbraio

Ieri: 19 febbraio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Italia Lifestyle

Il portale di News, Eventi e Lifestyle Italiano

Italia Lifestyle - Il portale di News, Eventi e Lifestyle Italiano
News, Eventi e Lifestyle Italiano

Amalfi Coast officialHotel Santa Caterina Amalfi

Tu sei qui: EventiPennelli di Vermeer ne LA GRANDE FAMIGLIA

Positano Notizie, non solo news, il portale all news di Positano e della Costiera AmalfitanaAmalfi News non solo notizie è il magazine on line della Costa d'Amalfi Occhi Su Salerno, perchè due occhi non bastano, è il portale all news di Salerno e della sua ProvinciaItalia Turismo e Territorio in un solo portale: Locali d'Autore Italia Lifestyle

Eventi

Bistrot Caffè Letterario - Via Nazionale Appia, 14, Arienzo (CE)

Pennelli di Vermeer ne LA GRANDE FAMIGLIA

venerdì 29 giugno dalle 22.30

Scritto da Ufficio Stampa Bistrot Caffè Letterario (admin), giovedì 28 giugno 2012 14:36:56

Ultimo aggiornamento domenica 15 luglio 2012 17:40:05

Si aggirano come mine vaganti pronte a rovesciare ogni convenzione in un uragano di invenzioni sonore e sceniche: sono i Pennelli di Vermeer (PdV) in scena, nella loro tragicommedia musicale in 3 atti "La Sacra Famiglia", venerdì 29 giugno dalle 22.30 al Bistrot Caffè Letterario di Arienzo (CE) (ingresso 5 euro inclusa consumazione, infoline: 328 67 19 244).
La band partenopea, nata nel 2004, si impone per la carica innovativa: nei suoi brani predomina una miscela di rock progressive, soul, folk e melodia. I testi sono raffinati, ermetici e visionari, con diversi rimandi all'esperienza artistica delle avanguardie del '900. Dopo i due EP "Mod. Barocco, Fragile, Maneggiare con cura. Grazie!" (2004) e "Processo immaginario...ad un nevrotico dissociato ma non del tutto" (2005), entrambi autoprodotti, i PdV portano in giro per festival e rassegne d'autore le loro canzoni, tra le quali spopola "La pipa operaia".
La voce barocca del frontman Pasquale Sorrentino affascina pubblico e addetti ai lavori e permette ai PdV di ritagliarsi uno spazio di nicchia nel panorama del progressive europeo. Con il terzo EP "Tramedannata" (2007, contenente una preziosa cover di "Princesa" di Fabrizio De André), l'ensemble partenopeo approda all'etichetta "La Canzonetta". I tempi sono maturi per un album intero: così, nel 2009, esce il CD "La primavera dei sordi", impreziosito da rivolte anti-borghesi ("Manifesto cm 70x100", "Incuboinuncubo"), inserti melodici ("Nel giardino di Belzebù"), psichedelia ("Cinque minuti una notte").
Al culmine di questo percorso arriva l'esperimento più ardito concepito da Pasquale Sorrentino: nel febbraio 2010 i PdV rappresentano, al Teatro Nuovo di Napoli, "La Sacra Famiglia", tragicommedia musicale, in 3 atti, con ben 17 brani inediti. Ed è questa meravigliosa "follia" artistica che gli avventori del Bistrot avranno la possibilità di apprezzare venerdì sera.
Un padre, una madre, un figlio e una figlia, "La sacra famiglia", si scontrano, in musica, sulle brutture, i vizi, le perversioni della convivenza domestica. Lo spettacolo si dipana tra tonalità irriverenti (il cane di casa Boogie Woogie che si vergogna dei padroni), tragiche e leggere, toccando temi ardui come la violenza tra familiari e la corruzione dei rapporti. "La sacra famiglia" è composta da: Pasquale Sorrentino (voce, basso elettrico, musiche e testi), Stefania Aprea e Valentina Bruno (voce), Marco Sorrentino (voce, batteria e kazoo), Raffaele Polimeno (piano elettrico e synth). L'opera richiama esplicitamente le nobili origini del teatro-canzone italiano, dai Gufi alle compagnie "off" fino all'esemplare rigore di Giorgio Gaber.

Galleria Fotografica

rank:

Eventi

La tradizione del Carnevale in Irpinia unita per celebrare un grande patrimonio culturale con un mese di iniziative ed eventi

Il Carnevale Princeps Irpino pronto ad inondare di feste, divertimento e tradizione la provincia di Avellino (e non solo). Si preparano i lunghi festeggiamenti dedicati ad una delle feste più amate dell'anno in Irpinia, il Carnevale, che si riunisce nelle sue varie espressioni del territorio sotto un'unica...

Carnevale: a Foiano della Chiana (Ar) torna il più antico d’Italia

Si spengono all'alba le luci dei quattro cantieri allegorici del Carnevale di Foiano della Chiana, il più antico d'Italia che nel borgo in provincia di Arezzo è giunto con il 2019 alla sua 480 esima edizione. Cinque domeniche di festa, dal 10 febbraio al 10 marzo, durante le quali le vie del paese saranno...

Per i 10 anni dal terremoto dell’Aquila, torna in scena lo spettacolo “Uomini Terra Terra” di Giorgio Cardinali dal 18 al 23 dicembre al Teatro Stanze Segrete

Il prossimo 6 aprile 2019 saranno passati 10 anni dal terremoto che ha distrutto l'Aquila, uccidendo 309 persone. Un "disastro naturale"! L'hanno scritto e detto giornalisti, scienziati e politici. Per l'occasione torna dal 18 al 23 dicembre al Teatro Stanze Segrete lo spettacolo "Uomini Terra Terra"...

“PALAZZO DI BABBO NATALE”: NEL CENTRO STORICO DI PRATA PRINCIPATO ULTRA (AVELLINO) LA MAGIA DI FIABE ED ELFI

PRATA PRINCIPATO ULTRA (AVELLINO) - Due week end all'insegna della magia, delle luci e dei profumi del Natale. A Prata Principato Ultra, dal 14 al 16 dicembre e dal 21 al 23 dicembre (dalle 17 alle 22), arriva il "Palazzo di Babbo Natale", un evento unico, giunto alla seconda edizione, che si concentrerà...

GRAN BALLO DI SISSI: L’OMAGGIO DELLA CITTÀ ETERNA ALL’ITALIA ROMANTICA

«Anche quest'anno la "magia" si ripete: sabato 10 novembre, la Compagnia Nazionale di Danza Storica celebrerà a Roma il tradizionale Gran Ballo di Sissi, in omaggio non solo al mito della principessa austriaca ma anche al fervore culturale dell'Italia dell'epoca che ancora oggi fa eco nella società odierna»....