Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 7 giorni fa S. Margherita Alac.

english italiano

Date rapide

Oggi: 16 ottobre

Ieri: 15 ottobre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Italia Lifestyle

Il portale di News, Eventi e Lifestyle Italiano

Italia Lifestyle - Il portale di News, Eventi e Lifestyle Italiano
News, Eventi e Lifestyle Italiano

Amalfi Coast officialHotel Santa Caterina Amalfi

Tu sei qui: EventiRenato Guttuso nel centenario della nascita

Positano Notizie, non solo news, il portale all news di Positano e della Costiera AmalfitanaAmalfi News non solo notizie è il magazine on line della Costa d'Amalfi Occhi Su Salerno, perchè due occhi non bastano, è il portale all news di Salerno e della sua ProvinciaItalia Turismo e Territorio in un solo portale: Locali d'Autore Italia Lifestyle

Eventi

A Salerno la Galleria Il Catalogo presenta:

Renato Guttuso nel centenario della nascita

dal 29 ottobre al 25 Novembre 2011

Scritto da Ufficio Stampa Olga Chieffi (admin), lunedì 24 ottobre 2011 10:03:44

Ultimo aggiornamento martedì 29 novembre 2011 19:27:23

Sabato 29 ottobre 2011 alle ore 19.30 a Salerno presso la Galleria il Catalogo si inaugurerà la mostra dedicatao a Renato Guttuso.

Il realismo di Renato Guttuso
Lelio Schiavone e Antonio Adiletta inaugureranno sabato 29 ottobre alle ore 19,30 la quarantaquattresima stagione espositiva della galleria Il Catalogo con l'omaggio all'artista siciliano
La galleria salernitana Il Catalogo di Lelio Schiavone e Antonio Adiletta, in occasione dell'inaugurazione della sua quarantaquattresima stagione espositiva, offre alla città un percorso espositivo, curato da Massimo Bignardi, dedicato a Renato Guttuso, nell'anno celebrativo del centenario della sua nascita. Guttuso ritorna a Salerno e ritorna in una galleria privata, in un momento in cui le sue opere vengono esposte unicamente in spazi istituzionali. Ritorna il suo segno perché Guttuso è di casa al Catalogo, uno dei primi ad esporre tra le sue mura, a cominciare dal 1973, a pochi anni dall'inaugurazione, e ancora nel 1978, nel corso degli anni Ottanta con il ciclo dei Tarocchi e nuovamente nel decennio successivo, sino al Duemila, in un confronto diretto con Ennio Morlotti e Bruno Cassinari.
La mostra, che sarà inaugurata sabato 29 ottobre alle ore 19,30 e sarà fruibile sino al 25 novembre, comprende sedici opere, tra inchiostri, olii e litografie, si apre con "Colomba", un collage e tecnica mista su tela del 1958, per chiudere con una veduta della sua Palermo, in una litografia del 1985, inizio e fine di un percorso, analizzato in un catalogo realizzato da Massimo Bignardi, che, naturalmente, non si propone la ricostruzione esaustiva dei movimenti cui Guttuso partecipò in quegli anni, quanto la funzione, da protagonista, che egli ebbe al loro interno. È l'occasione per restituire, intatto, non solo quel clima di collaborazione che non si sarebbe più ripetuto, ma anche la complessità, la diversità dei linguaggi espressivi che sono andati a comporre il segno dell'artista. Invero, l'arte di Renato Guttuso è costantemente intrisa di emergenze metaforiche, cosicché una dispiegata simbologia, permeante inequivocabilmente i messaggi etici delle superbe nature morte, perviene all'apogeo dell'eloquenza pittorica e all'abbrivio di una sosta meditativa che accendono il dinamismo della ragione. Ne sono sublimi esemplari le creazioni dei due inchiostri "Polli al gancio" del 1974 e "Cavolo" del 1972 summa strutturale e segnica di un'analisi grafica e stilistica che abbraccia, euritmicamente, ogni stagione espressiva, nell'urgenza di sondare qualunque anfratto di empito umano. Si comprende a pieno come l'artista, per una esigenza di immediatezza dialogica, non condividesse l'ermetismo dell'astrazione informale e si affidasse ad una ricerca figurale, secante la modernità ed incidente la diffusa e immanente comprensione. Anche l'eros, tanto presente nei procaci e suadenti nudi femminili, che possiamo ammirare in "Zeliss a Uzbek", da "Lettere persiane" del 1973, rappresenta, invero, una conquista di dignità, unitamente ad una presunta vittoria del piacere sensuale sulla sofferenza spirituale, poiché l'ebbrezza dell'assoluto fisico abdica, sovente, alla coltre della solitudine. Amore e morte appaiono tangenti, quasi entità solidali e complici, che all'accensione di un'infinita, frenetica vitalità riserbano un declino di thánatos. Allora, pur con soste di riflessione, la vita si lascia fluire nell'alveo di un panta rei che distrae dall'incombenza del dolore e si affida ad una consuetudine spesso rassicurante.

Renato Guttuso: (Bagheria, Palermo, 1912-Roma 1987)
Giovanissimo frequenta la bottega di un decoratore di carretti . Alla fine degli anni Venti, mentre completa gli studi classici, entra a far pratica nello studio del futurista Pippo Rizzo . Dopo aver esposto alla I Quadriennale di Roma (1931) e in una collettiva alla Galleria del Milione di Milano (1932) abbandona gli studi universitarie si stabilisce a Roma (1933). Stringe rapporti di amicizia con Mafai, Pirandello, Cagli e Ziveri, che influenzano la sua pittura in senso "tonale". Nel 1935 partecipa alla II Quadriennale e nel 1936 alla Biennale di Venezia. Nel 1938 realizza il primo dipinto epico- popolare, La fuga dall'Etna, e tiene una personale alla Galleria della Cometa. Nel 1942 al Premio Bergamo, ottiene il secondo premio con la Crocifissione, aperta denuncia dei disastri provocati dal Regime. In questo periodo studia e reinterpreta le scattanti figurazioni del Picasso post-cubista e accentua la sua vena polemica verso le questioni sociali, svolgendo un ruolo fondamentale nell'evoluzione in senso "realista" della pittura italiana. Notevole anche la funzione di tramite tra gli ambienti romani e quelli milanesi legati a "Corrente". Inizialmente la sua azione in favore di una pittura impegnata si svolge all'interno della sinistra fascista che fa capo a Giuseppe Bottai e alla rivista "Primato". Negli anni di guerra accanto ad Antonello Trombadori e ad altri esponenti del Partito comunista, partecipa attivamente alla Resistenza. Comincia la serie dei Massacri (raccolti nel libro Gott mit uns). Nel 1947 aderisce al Fronte Nuovo delle Arti . Dagli anni Cinquanta è l'esponente principale di una corrente "realista", politicamente impegnata a fianco del P.C.I., e spesso polemicamente in lotta con le tendenze "formaliste" di molta arte astratta.

Galleria Il Catalogo, via M.DeLuca,14 -Salerno, Tel./Fax 089/232666
e-mail.:info@ilcatalogo.com - web: www.ilcatalogo.com
Orario galleria: 10,00-12,30 17,30-20,00 - lunedì chiuso

Galleria Fotografica

rank:

Eventi

"Cantine in Piazza": Venerdì la grande festa del Vino Nobile di Montepulciano

Tutto pronto a Montepulciano (Si) per venerdì 17 agosto per il grande appuntamento dell'estate poliziana, "Cantine in Piazza". A partire dalle 20, decine di aziende di Vino Nobile di Montepulciano troveranno spazio nell'affascinante e suggestivo banco d'assaggio in Piazza Grande per presentare agli appassionati...

Streetfood: Quello con la Tendina scelto da Terrasound

Dai Food Truck ai chioschi attrezzati, lo Streetfood Village sbarca a Pescara, in Abruzzo, dove dall'11 al 14 luglio sarà protagonista nell'area food del Terrasound Festival, il grande appuntamento dell'estate promosso dalla città abruzzese. Sono attesi oltre 40 mila spettatori a questo evento che vedrà...

Con-vivere "il lavoro", torna il festival di Carrara dal 6 al 9 settembre 2018

Se c'è un tema che misura i modi di convivenza tra gli uomini, il livello di civiltà dei continenti, la cultura e i bisogni dei popoli; che sta al centro della vita dei singoli e, contemporaneamente, della collettività, quello è il "lavoro". Sarà questo il tema della tredicesima edizione di con-vivere,...

Cibo di Strada: a Beausoleil il gemellaggio Italia-Francia

Parte nel segno del tricolore e della festa nazionale lo Street Food Village di Beausoleil, cittadina francese alle porte del Principato di Monaco dove fino a domenica 3 giugno è in corso l'evento promosso dall'associazione italiana Streetfood che valorizza il cibo di strada. Il taglio del nastro è stato...

Cantine Aperte: tra arte e paesaggio in Toscana il vino svela tutto il bello

"Gustiamo il bello della Toscana". E' il motivo e anche il tema che il Movimento Turismo del Vino Toscana ha scelto per la prossima edizione di Cantine Aperte, in programma sabato 26 e domenica 27 maggio. Sarà dunque "il bello" il filo conduttore che unirà le circa cento aziende che apriranno le porte...