Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 2 giorni fa S. Stefano re d'Ungheria

english italiano

Date rapide

Oggi: 16 agosto

Ieri: 15 agosto

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Italia Lifestyle

News, Eventi e Lifestyle Italiano

Italia Lifestyle, News, Eventi e Lifestyle Italiano
News, Eventi e Lifestyle Italiano

Amalfi Coast official Hotel Santa Caterina Amalfi

Tu sei qui: LifestyleAntica anfora rodia recuperata dal mare a 440m di profondità nelle acque fra Capraia e Gorgona.

Positano Notizie, non solo news, il portale all news di Positano e della Costiera Amalfitana Amalfi News non solo notizie è il magazine on line della Costa d'Amalfi Occhi Su Salerno, perchè due occhi non bastano, è il portale all news di Salerno e della sua Provincia L'edizione 2018 del Festival più atteso in Costiera Amalfitana: Ravello Festival 2018 Italia Turismo e Territorio in un solo portale: Locali d'Autore Italia Lifestyle

Lifestyle

Antica anfora rodia recuperata dal mare a 440m di profondità nelle acque fra Capraia e Gorgona.

Scritto da (admin), martedì 16 giugno 2015 15:52:15

Ultimo aggiornamento mercoledì 17 giugno 2015 09:45:43

Nel mare della Toscana in questi ultimi anni sono stati localizzati ed ispezionati ben 8 siti di naufragi romani in acque profonde da 300 a 500 metri.

L'autore di questi ritrovamenti, l'ultimo è del mese scorso, è l'ingegnere italo-svizzero Guido Gay, noto per avere scoperto nel 2012 il relitto della "Corazzata ROMA" e per altri importanti rinvenimenti.

Il 9 Giugno scorso l'Ing. Guido Gay ha mobilitato la sua unità da diporto e ricerca, il catamarano DAEDALUS, attrezzato con strumentazione avanzata di sua costruzione, per esplorare di nuovo un relitto già scoperto, detto Daedalus 17, posto a circa 20 miglia a nord della Capraia.

A bordo Pamela Gambogi, archeologa della Soprintendenza Archeologia della Toscana e responsabile per il patrimonio culturale sommerso; il giacimento di anfore sembra essere il più interessante del gruppo.

Il Robot sottomarino PLUTO PALLA è sceso sul fondo marino a 440m guidato con precisione sul relitto e sotto la direzione dell'archeologa ha eseguito una ricognizione esauriente del giacimento di anfore, agganciandone poi una per riportarla alla superficie a scopo di campionamento.

Si tratta di un'anfora rodia di I secolo, che apparentemente conservava ancora al suo interno parte del contenuto che trasportava: piccoli semi di cui si esaminerà la natura.

Il carico è composito e comprende anfore di varia provenienza: greche, fenice, ispaniche, nonché una certa quantità di vasi per versare. Una storia di navigazioni e traffici di 2000 anni fa, attraverso le rotte dell'Arcipelago toscano verso la Gallia, con merci di provenienza lontana.

L'anfora si trova ora al reparto restauro della Soprintendenza e tutta l'operazione testimonia di una proficua collaborazione fra gli Enti preposti e i privati, con mezzi di avanzata tecnologia messi gratuitamente a disposizione, in questo caso da un' industria di ricerca sottomarina.

Galleria Fotografica

rank:

Ultimi articoli in Lifestyle

Esiste un nuovo “Post” a Coroglio...

Esiste una regola per cui quando un POST ha colpito l'attenzione di chi lo legge bisogna vistarlo con un "mi piace", commentarlo e condividerlo. Condividere vuol dire investire tempo e risorse in qualcosa che piace, da porre poi sotto l'ala protettiva dei social. Quid pro quo. Dare per avere. Il resto...

Totò le Mokò, il panino dedicato al principe della risata e al progetto 50 Anni senza Totò

Totò è nel cuore dei napoletani, lo dimostrano le centinaia di iniziative che in queste settimane sono state organizzate a Napoli in occasione del cinquantenario della sua scomparsa. Quest'anno ricade il cinquantesimo anniversario dalla morte del grande Totò e Napoli, la sua città, ha deciso di celebrarlo...

Luca Buccheri Chef del Dum Dum Republic di Paestum (SA)

Intenso e appassionato: è Luca Buccheri, "chef d'amore e d'anarchia", da quest'anno alla guida del ristorante del Dum Dum Republic di Paestum (SA). Un talento naturale dall'animo irrequieto. La sua è una visione originale che tende a spingere i sapori verso un nuovo orizzonte sensoriale, attraverso la...

Ravello Festival 2016

PRESENTATA A ROMA LA 64ESIMA EDIZIONE DEL RAVELLO FESTIVAL SI PARTE IL 1°LUGLIO Sul podio direttori d'orchestra come Yuri Temirkanov, il primo artista russo al quale fu consentito di esibirsi in Russia dopo la ripresa delle relazioni culturali con l'Unione Sovietica, alla fine della guerra in Afghanistan....