Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 8 giorni fa S. Arsenio diacono

english italiano

Date rapide

Oggi: 19 luglio

Ieri: 18 luglio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Italia Lifestyle

News, Eventi e Lifestyle Italiano

Italia Lifestyle, News, Eventi e Lifestyle Italiano
News, Eventi e Lifestyle Italiano

Amalfi Coast official Hotel Santa Caterina Amalfi

Tu sei qui: LifestyleINNOVAZIONE AGRICOLTURA E COSMESI

L'edizione 2018 del Festival più atteso in Costiera Amalfitana: Ravello Festival 2018 Italia Turismo e Territorio in un solo portale: Locali d'Autore Italia Lifestyle

Lifestyle

Dagli scarti del limone IGP della Costa D’amalfi nascono prodotti per la cura del corpo

INNOVAZIONE, AGRICOLTURA E COSMESI

Fi.li.Cos. - Filiera del limone della Costa d’Amalfi per le antiche tradizioni di cosmesi

Scritto da (admin), venerdì 3 luglio 2015 10:40:33

Ultimo aggiornamento venerdì 3 luglio 2015 11:04:47

Dagli scarti del limone IGP Costa d'Amalfi nasce una linea cosmetica per la cura del corpo. E' quello che realizza il progetto "Fi.Li.Cos " che ha l'obiettivo di aumentare la competitività di aziende del territorio attraverso l'introduzione di nuove tecnologie ed innovazioni di prodotto e di processo e creare un nuovo indotto economico utilizzando utilizzando le foglie ed i limoni non commercializzabili.

Fi.li.Cos valorizza al contempo due grandi risorse: l'agricoltura ed il turismo.

Il Progetto è stato presentato presso la sala comunale di Maiori . Sono intervenuti il Sindaco di Maiori Antonio Capone, il Presidente della Cia Salerno, Carmine Pecoraro, il direttore della Cia Campania, Mario Grasso e il Presidente del Consorzio di Tutela del limone IGP, Salvatore de Riso, l'economista Marisa Paridisi ed Italo Santangelo del SeSIRCA Regione Campania.

Protagonista del progetto è un prodotto di eccellenza della costiera amalfitana: il limone IGP Costa d'Amalfi, che si intende valorizzare attraverso l'impiego nel settore cosmetico.

Saranno infatti prodotti; una crema giorno, uno shampoo, un sapone, un deodorante per ambienti ed un bagnoschiuma. Al progetto partecipano il Consorzio di Tutela Limone Costa d'Amalfi I.G.P. (Indicazione Geografica Protetta), 4 imprese agricole del territorio costiero, produttrici tradizionali di limoni, l'azienda Costiera Agrumi s.r.l., Sal De Riso, Dipartimento di Farmacia dell'Università degli Studi di Salerno, la Dermofarma Italia e la Confederazione Italiana Agricoltori Salerno tramite la società "Agricoltura è vita".

Il territorio dove si realizza il progetto è la Costa d'Amalfi una costiera con le celebri "terrazze" dove si produce il famoso Limone di Amalfi IGP.

Oggi sono circa 200 gli ettari dedicati alla coltivazione del limone sfusato. L'Indicazione Geografica Protetta ha contribuito alla valorizzazione e alla tipizzazione di questo agrume pregiato, protagonista anche nella tutela idrogeologica del territorio.

Le ricadute territoriali del progetto Filicos sono particolarmente elevate: impiego di varietà autoctone; impiego di produzioni locali; realizzazione di un prototipo per l'estrazione dai limoni, sviluppato da una industria della cosmesi; commercializzazione del paniere dei prodotti da parte delle aziende di produzione e trasformazione locali; recupero degli scarti per l'estrazione e quindi minor impatto ambientale e costi di smaltimento.

"Fi.Li.Cos - Filiera del limone della Costa di Amalfi per le antiche tradizioni di cosmesi" è un progetto di ricerca che si inserisce nell'ambito della misura 124 del Programma di Sviluppo Rurale(PSR) Campania 2007-2013 .

"In un territorio a vocazione prevalentemente turistica, un progetto come Fi.Li.Cos va ad assumere un ruolo innovativo e preminente.", ha detto Carmine Pecoraro, Presidente della Cia di Salerno. La stretta collaborazione tra settori apparentemente distanti tra di loro, quale quello turistico e quello agricolo, diventa fondamentale in un periodo in cui entrambi sembrano attraversare una fase di stallo. Negli ultimi anni in costiera si è infatti assistito ad un lento e costante abbandono dei terreni dedicati alla coltivazione dello sfusato amalfitano, affiancato da un fisiologico calo dell'afflusso turistico, visto il periodo di generale difficoltà. In questo scenario diventa di primaria importanza riuscire ad apportare innovazione nei processi produttivi, facendo in modo che anche settori diversi tra di loro, quale quello agricolo e quello turistico, collaborino insieme al fine di riuscire a creare maggiore competitività sia a livello territoriale che aziendale. Una corretta organizzazione delle filiere, insieme ad un utilizzo più efficiente delle risorse a disposizione può essere la chiave di svolta per creare nuovi sbocchi occupazionali. In un momento sicuramente non semplice, ritengo fondamentale la riuscita di un progetto come FILICOS, basato sulla ricerca e sull'innovazione , per il rilancio dell'agricoltura e per la difesa nostro territorio.

Vincenzo De Feo, professore del dipartimento di farmacia dell'Università di Salerno, ha spiegato che il processo di sperimentazione ha visto l'utilizzo di metodi estrattivi classici (distillazione in corrente di vapore, enfleurage, estrazione con solventi) e innovativi (SFE) al fine verificare il metodo più idoneo per l'ottenimento dell'olio essenziale.

Sono stati infatti ottenuti oli essenziali in diversi periodi dell'anno e da parti diverse del limone (flavedo, foglie, limone intero) e valutate per la loro composizione chimica. Gli oli migliori da un punto di vista sia organolettico che chimico si sono rivelati quelli ottenuti dal flavedo.

E' stata anche caratterizzata la frazione flavonoidica ottenuta dalle diverse parti del limone.

Per Salvatore De Riso, Presidente del Consorzio di Tutela Limone Costa d'Amalfi I.G.P, " è davvero importante un progetto innovativo che metta insieme l'agricoltura e un territorio dove gli ettari dedicati alla coltivazione del limone stanno diminuendo, così come dimostrano i dai dati dell'ultimo censimento. Il progetto Filicos grazie alla collaborazione tra istituzione e soggetti privati ha reato nuove opporturnità di valorizzazione e di sviluppo per il territorio".

Galleria Fotografica

rank:

Ultimi articoli in Lifestyle

Esiste un nuovo “Post” a Coroglio...

Esiste una regola per cui quando un POST ha colpito l'attenzione di chi lo legge bisogna vistarlo con un "mi piace", commentarlo e condividerlo. Condividere vuol dire investire tempo e risorse in qualcosa che piace, da porre poi sotto l'ala protettiva dei social. Quid pro quo. Dare per avere. Il resto...

Totò le Mokò, il panino dedicato al principe della risata e al progetto 50 Anni senza Totò

Totò è nel cuore dei napoletani, lo dimostrano le centinaia di iniziative che in queste settimane sono state organizzate a Napoli in occasione del cinquantenario della sua scomparsa. Quest'anno ricade il cinquantesimo anniversario dalla morte del grande Totò e Napoli, la sua città, ha deciso di celebrarlo...

Luca Buccheri Chef del Dum Dum Republic di Paestum (SA)

Intenso e appassionato: è Luca Buccheri, "chef d'amore e d'anarchia", da quest'anno alla guida del ristorante del Dum Dum Republic di Paestum (SA). Un talento naturale dall'animo irrequieto. La sua è una visione originale che tende a spingere i sapori verso un nuovo orizzonte sensoriale, attraverso la...

Ravello Festival 2016

PRESENTATA A ROMA LA 64ESIMA EDIZIONE DEL RAVELLO FESTIVAL SI PARTE IL 1°LUGLIO Sul podio direttori d'orchestra come Yuri Temirkanov, il primo artista russo al quale fu consentito di esibirsi in Russia dopo la ripresa delle relazioni culturali con l'Unione Sovietica, alla fine della guerra in Afghanistan....