Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 7 giorni fa S. Matteo apostolo

english italiano

Date rapide

Oggi: 21 settembre

Ieri: 20 settembre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Italia Lifestyle

News, Eventi e Lifestyle Italiano

Italia Lifestyle, News, Eventi e Lifestyle Italiano
News, Eventi e Lifestyle Italiano

Amalfi Coast officialHotel Santa Caterina Amalfi

Tu sei qui: LifestyleMAREMETRAGGIO

Positano Notizie, non solo news, il portale all news di Positano e della Costiera AmalfitanaAmalfi News non solo notizie è il magazine on line della Costa d'Amalfi Occhi Su Salerno, perchè due occhi non bastano, è il portale all news di Salerno e della sua ProvinciaItalia Turismo e Territorio in un solo portale: Locali d'Autore Italia Lifestyle

Lifestyle

MAREMETRAGGIO

Scritto da (admin), venerdì 26 giugno 2009 00:00:00

Ultimo aggiornamento venerdì 26 giugno 2009 00:00:00

FESTIVAL INTERNAZIONALE DEL CORTOMETRAGGIO E DELLE OPERE PRIME
DECIMA EDIZIONE

Trieste, 26 giugno - 4 luglio 2009

10 ANNI DI FESTIVAL -2000-2009

Per festeggiare i suoi primi dieci anni di vita, Maremetraggio si prepara quest'anno per un'edizione davvero speciale. Senza abbandonare la formula ormai collaudata, che gli ha garantito nel tempo un sempre maggiore riscontro di pubblico e critica, il Festival del Cortometraggio e delle Opere prime punta per il 2009 a un'ulteriore internazionalizzazione delle opere in concorso, grazie a una più stretta collaborazione con il mondo cinematografico greco, realizzata attraverso una partnership con la Fondazione Ellenica. Per il secondo anno consecutivo il Festival potrà inoltre avvalersi del patrocinio dell'Unesco.

Anche per la sua decima edizione Maremetraggio offrirà, per nove giorni consecutivi, dal 26 giugno al 4 luglio, proiezioni cinematografiche, conferenze e incontri con attori e registi, che regaleranno al pubblico una full immersion nel mondo del cinema e dei suoi protagonisti.

Eventi culturali, approfondimenti, incontri ed happening consentiranno anche ai non addetti ai lavori di inserirsi virtualmente nell'ingranaggio cinematografico, per comprenderne il funzionamento, dalla realizzazione di corti e lungometraggi alla loro distribuzione. Tutto ciò che, in modo diretto o indiretto, ha a che fare con il cinema sarà materia di discussione e approfondimento durante la settimana di festival. Maremetraggio si confermerà ancora una volta come una grande festa del cinema, con la volontà di far conoscere il mondo di celluloide a 360° avvalendosi delle testimonianze dirette di chi ne ha fatto una ragione di vita.

Oltre alle tematiche di carattere strettamente cinematografico, anche in questa edizione ci saranno dibattiti dedicati al sociale.

Punto di forza del festival rimarrà la location, Trieste, che con le sue piazze incastonate tra l'Adriatico e il Carso e con la caratteristica luce dei suoi tramonti, apprezzatissima dai registi, sarà la cornice ideale per una festa che di anno in anno richiama sempre più pubblico dall'Italia e dall'Est Europa. Maremetraggio si allargherà tentacolarmente in diverse zone della città, mantenendo come centro di irradiazione piazza S.Antonio, dove allestirà il suo Village, cuore pulsante della manifestazione per le conferenze, i dibattiti e gli incontri con il pubblico. Nel periodo del Festival sarà attivato un info point a disposizione del pubblico e degli ospiti.

Con la decima edizione Maremetraggio si propone come vetrina per i nuovi talenti e trampolino di lancio per film e cortometraggi di qualità. Non mancheranno comunque attori e registi già noti al grande pubblico, che grazie a Maremetraggio faranno tappa a Trieste. Lunga è la lista degli ospiti illustri delle scorse edizioni del festival: Margherita Buy, Amanda Sandrelli, Federico Moccia, Murray Abraham, Gillo Pontecorvo, Giuliano Montaldo, Paola Cortellesi, Anna Falchi, Valentina Cervi, Riccardo Milani, Renzo Martinelli, Citto Maselli, Ricky Tognazzi, Simona Izzo, Gianmarco Tognazzi, Ivan Franek, Davide Cocchi, Isabel Russinova, Eleonora Giorgi, Massimo Andrei, Dusan Milic, Laura Morante, Antonio Catania, Nicola Maccanico e molti altri.

Confermate le quattro sezioni cardine: Maremetraggio, Ippocampo, Corallino e CEI.

Per la Sezione Maremetraggio sono già al vaglio i corti vincitori, nel 2008, dei più prestigiosi festival Europei, che si rimetteranno al giudizio di una giuria che assegnerà, al migliore tra i migliori, il premio di 10.000 euro. Anche il pubblico assegnerà il premio al miglior corto.

La Sezione Ippocampo presenterà le opere prime, con la possibilità di proporre anche film che non sono riusciti ad entrare nelle sale per mancanza di distribuzione. Tantissimi i premi previsti, come quello per la Miglior Opera prima, Miglior Attore, Miglior Attrice e il Premio della critica.

La Sezione Corallino è come sempre dedicata al miglior cortometraggio realizzato a livello nazionale dalle scuole elementari, secondarie inferiori e superiori. Nato per stimolare la creatività dei ragazzi e per incoraggiare la loro passione per il cinema, il Corallino è l'occasione giusta per gli aspiranti registi e attori per mettersi alla prova e ottenere visibilità per i propri lavori. È, allo stesso tempo, un sistema efficace per premiare le scuole che investono nella conoscenza e diffusione dell'arte cinematografica.
Dopo avere aperto l'anno scorso la competizione anche alla scuola primaria, offrendo la possibilità anche ai più piccoli di iniziare a prendere confidenza con il linguaggio del cinema, per la sua decima edizione Maremetraggio introduce un'ulteriore novità: per internazionalizzare e rendere più frizzante la competizione al Corallino 2009 potranno partecipare anche le scuole superiori della Grecia.

La Sezione CEI, dedicata a cortometraggi e a registi che provengono dai paesi facenti parte dell'Iniziativa Centro Europea riserverà un'intera giornata alla CEI che culminerà, come ogni anno, in un evento speciale.

Dopo il buon riscontro ottenuto nella passata edizione con il focus dedicato alla cinematografia rumena e ai suoi protagonisti, quest'anno sarà la volta della Grecia, un altro Paese le cui produzioni sono quasi completamente sconosciute in Italia, nonostante sia la patria di registi che hanno fatto la storia del cinema, come il maestro Theo Angelopoulos. Nel panorama dei registi contemporanei molto è cambiato rispetto ai tempi di Angelopoulos: le pellicole sono più moderne e legate a problemi sociali. Ma anche più coraggiose, come dimostra la recente uscita di un film horror alla moda di Dario Argento, una novità assoluta nel panorama cinematografico greco. Sono già partiti i lavori per organizzare un focus sulla produzione di cortometraggi greci e per portare in Italia alcune personalità di rilievo nell'ambito culturale e cinematografico greco. Oltre al cinema, grazie alla collaborazione con la Fondazione Ellenica, la Grecia sarà protagonista anche di eventi di carattere culturale ed enogastronomico.

Dopo il successo della retrospettiva dell'anno scorso su Margherita Buy, quest'anno sarà la volta di un attore/attrice italiano, che sarà presente nelle giornate conclusive del Festival. Come avvenuto per Margherita Buy, le proiezioni dei suoi film precederanno la settimana del Festival, e offriranno al pubblico un'ulteriore settimana di cinema.

Maremetraggio dedicherà inoltre una Prospettiva ad una giovane attrice/attore che si distingua per talento e particolari scelte artistiche nel panorama cinematografico italiano. Sarà l'occasione giusta per conoscere il percorso formativo dell'artista e le sue aspettative per il futuro, incluse le difficoltà affrontate agli esordi.

I lavori per i primi dieci anni di Maremetraggio sono già iniziati, con entusiasmo rinnovato dalla particolare ricorrenza, per mettere a punto un'edizione speciale, che continui a conciliare con efficacia proposte per il grande pubblico e chicche per intenditori, in modo da accontentare una platea sempre più vasta, nella convinzione che il cinema di qualità non scontenti mai i suoi spettatori.

MAREMETRAGGIO 2009 PUNTA SU ALBA ROHRWACHER

Per la decima edizione del festival una prospettiva interamente dedicata a questa giovane attrice emergente

Comunicato stampa

Sarà Alba Rohrwacher, attrice-rivelazione del 2008, la protagonista femminile della decima edizione di Maremetraggio. Il festival internazionale del cortometraggio e delle opere prime, in programma a Trieste dal 26 giugno al 4 luglio, ha deciso infatti di puntare su questa giovane attrice emergente, dedicandole una prospettiva: uno spazio ad hoc all'interno del festival per narrare, attraverso il suo cinema e la sua voce, il suo percorso formativo e le aspettative per il futuro.
Il pubblico potrà conoscerla attraverso otto sue diverse interpretazioni, una selezione di quattro film e quattro cortometraggi che l'hanno vista protagonista: dal lungometraggio di successo "Mio fratello è figlio unico" al meno noto "Riprendimi", senza dimenticare "E' come uccidere", corto del 2005 targato Silvio Soldini. Ma ci sarà spazio anche per i suoi film più recenti, tra cui "Due partite" di Enzo Monteleone, e per le opere prime da lei interpretate, alcune delle quali saranno in concorso al festival. E per conoscerla oltre lo schermo, Alba sarà a Trieste per raccontare se stessa, il suo lavoro e le sue aspirazioni al pubblico del festival.
Per Maremetraggio la prospettiva sarà una vera e propria scommessa sul futuro professionale di questa attrice, che ha iniziato la propria carriera muovendo in modo particolarmente interessante i primi passi nel mondo del cinema. Tanto che se ne sono accorti anche gli organizzatori del Festival di Berlino, che l'hanno voluta come ospite, inserendola tra le 10 shooting star 2009, ovvero nella selezionatissima rosa di attori emergenti europei per cui si preannuncia un futuro da stelle del cinema.
Pelle bianchissima, capelli rossi e cognome difficile da pronunciare, Alba ha già avuto modo di farsi conoscere e apprezzare in Italia. Debutta con una particina per Carlo Mazzacurati, in "L'amore ritrovato", del 2004, e partecipa alla commedia low-budget "Kiss me Lorena", dei demenziali Licaoni, il primo film italiano distribuito interamente gratis su internet.
Seguono, ancora in ruoli secondari, "Melissa P." di Luca Guadagnino (2005) e "4-4-2- Il gioco più bello del mondo" di Claudio Cupellini. Recita per Peter Del Monte, in "Che cosa c'è", e lavora per Emanuele Barresi in "Non c'è più niente da fare", film che esce solo quest'anno per le imperscrutabili ragioni del cinema.
Sempre nel 2006, Alba interpreta la sorella tutta amore e politica di Elio Germano e Riccardo Scamarcio in "Mio fratello è figlio unico" di Luchetti. Ma la svolta arriva con il film di Silvio Soldini "Giorni e Nuvole", in cui Alba è la figlia ventenne della coppia in crisi Antonio Albanese-Margherita Buy, intepretazione che le frutta un David di Donatello.
Nel 2007 l'attrice recita accanto a Nanni Moretti in "Caos Calmo", di Antonello Grimaldi. Dopo i primi successi, la strada di Alba è tutta in ascesa: la vogliono sia i giovani registi che i vecchi maestri. Per l'attrice arriva anche la prima parte da protagonista. In "Riprendimi", di Anna Negri, film-documentario a basso costo che finisce al Sundance Film Festival del 2008, Alba crea un personaggio memorabile di giovane donna, apparentemente fragile e in realtà vitale e appassionata: una neo-mamma costretta ad affrontare l'abbandono da parte del fidanzato trentenne.
Il 2008 è per Alba un anno da ricordare: a giugno riceve il primo Ciak d'oro come rivelazione dell'anno e a settembre è alla mostra del cinema di Venezia per presentare "Il papà di Giovanna", di Pupi Avati, in cui interpreta Giovanna, la figlia di Silvio Orlando, una ragazza squilibrata, bruttina e piena di complessi, che finisce rinchiusa in manicomio per avere ucciso in un impeto di gelosia la sua migliore amica.
Prossimamente, la vedremo ancora al cinema in "Io sono l'amore", del regista palermitano Luca Guadagnino, dove ha recitato accanto a Tilda Swinton, un'altra rossa di talento, Pippo Delbono e Diane Fleri, vecchia conoscenza di Maremetraggio. E ancora in "Due partite", il film che Enzo Monteleone ha tratto dalla pièce omonima di Cristina Comencini, "L'uomo che verrà", pellicola di Giorgio Diritti sulla strage di Marzabotto e "In Carne ed ossa", film d'esordio di Christian Angeli.
Non solo lungometraggi, comunque. La prima apparizione sul grande schermo di Alba infatti è in un corto dello stesso Angeli, "Fare bene Mikles" (2003), già passato sugli schermi di Maremetraggio. Il filone degli short films non viene mai abbandonato dall'attrice, che al suo attivo ha anche "Cose perdute", di Camilla Ruggiero e "Spendo i soldi che non ho", di Daniela Ceselli, entrambi del 2004. Seguono nel 2005 "E' come uccidere", di Silvio Soldini e "La gioia degli altri", di Marco Danieli, mentre nel 2007 è la volta di un corto di Marco Bellocchio, "La media matematica".
Al cinema, Alba affianca la televisione, dove recita per Valia Santella e Gianluca Maria Tavarelli. E poi i videoclip e il suo primo amore, il teatro, che l'ha vista partecipare a progetti di Claudia Della Seta, Lorenzo Gioielli, Veronica Cruciani e Valerio Bignasco.
Intanto, a soli trent'anni, la bacheca di Alba riunisce una collezione di premi invidiabile: "Miglior attrice" nel 2004 (Cineporto), "Menzione speciale Arcipelago" nel 2005; "Etruria Cinema" (2006), "Award Flaviano" e premi come migliore attrice per "Riprendimi" ai film festival di Annecy, Sulmona e Parigi nel 2008.

Galleria Fotografica

File Allegati

MAREMETRAGGIO
La Grecia a Maremetraggio.doc

MAREMETRAGGIO
Corallino 2009 aperte le iscrizioni.doc

MAREMETRAGGIO
Maremetraggio 2009 aperte le iscrizioni.doc

rank:

Lifestyle

Streetfood 4 wheels: a Segrate il cibo di strada Con la Tendina

E' una delle feste più importanti dell'area, "Noi Segrate", il grande evento che si svolgerà nella città lombarda dal 7 al 9 settembre coinvolgendo diversi settori, dallo sport alla salute, con approfondimenti di vario genere. Per la parte food l'Amministrazione comunale di Segrate (Mi), organizzatore...

Forbes: Montepulciano al primo posto delle mete internazionali del vino

"Oltre ad essere la città di origine di uno dei vini più leggendari d'Italia, Montepulciano ha la particolarità di sembrare un set cinematografico oltre a essere una perfetta città toscana". Comincia così l'articolo pubblicato da Forbes, la rivista di finanza con sede a New York più famosa al mondo,...

Esiste un nuovo “Post” a Coroglio...

Esiste una regola per cui quando un POST ha colpito l'attenzione di chi lo legge bisogna vistarlo con un "mi piace", commentarlo e condividerlo. Condividere vuol dire investire tempo e risorse in qualcosa che piace, da porre poi sotto l'ala protettiva dei social. Quid pro quo. Dare per avere. Il resto...

Totò le Mokò, il panino dedicato al principe della risata e al progetto 50 Anni senza Totò

Totò è nel cuore dei napoletani, lo dimostrano le centinaia di iniziative che in queste settimane sono state organizzate a Napoli in occasione del cinquantenario della sua scomparsa. Quest'anno ricade il cinquantesimo anniversario dalla morte del grande Totò e Napoli, la sua città, ha deciso di celebrarlo...

Luca Buccheri Chef del Dum Dum Republic di Paestum (SA)

Intenso e appassionato: è Luca Buccheri, "chef d'amore e d'anarchia", da quest'anno alla guida del ristorante del Dum Dum Republic di Paestum (SA). Un talento naturale dall'animo irrequieto. La sua è una visione originale che tende a spingere i sapori verso un nuovo orizzonte sensoriale, attraverso la...