Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 6 giorni fa S. Teresa d'Avila

english italiano

Date rapide

Oggi: 15 ottobre

Ieri: 14 ottobre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Italia Lifestyle

News, Eventi e Lifestyle Italiano

Italia Lifestyle, News, Eventi e Lifestyle Italiano
News, Eventi e Lifestyle Italiano

Amalfi Coast officialHotel Santa Caterina Amalfi

Tu sei qui: LifestylePremio Internazionale Roberto Rossellini

Positano Notizie, non solo news, il portale all news di Positano e della Costiera AmalfitanaAmalfi News non solo notizie è il magazine on line della Costa d'Amalfi Occhi Su Salerno, perchè due occhi non bastano, è il portale all news di Salerno e della sua ProvinciaItalia Turismo e Territorio in un solo portale: Locali d'Autore Italia Lifestyle

Lifestyle

Premio Internazionale Roberto Rossellini

Scritto da (admin), mercoledì 14 ottobre 2009 00:00:00

Ultimo aggiornamento mercoledì 14 ottobre 2009 00:00:00


La donna in primo piano alla decima edizione del Premio Roberto Rossellini@Maiori

Centro Congressi Hotel Pietra di Luna
Maiori 19 - 24 ottobre 2009
Ingresso gratuito

Si apre lunedì 19 a Maiori, e proseguirà fino a sabato 24 ottobre con un ricco calendario, la decima edizione del Premio Roberto Rossellini@Maiori.
Al centro della manifestazione di quest'anno ci sarà la filmografia al femminile con lo sguardo rivolto ad alcune delle problematiche che, in ogni parte del mondo, ancora sono di ostacolo alla piena affermazione e alla tutela della dignità della donna. Questo, in pieno spirito rosselliniano. Infatti, Roberto Rossellini, nel suo voler fare del cinema "un'arte utile", poneva sempre al centro della sua attività cinematografica l'individuo.
Quindi saranno storie di donne iraniane, europee o argentine, come le madri di "Plaza de Mayo", a raccontare di violenze morali o fisiche, di ingiustizie subìte o di lotte per l'affermazione dei diritti umani e della giustizia sociale. La rassegna avrà inizio il 19 ottobre, al Centro Congressi dell'Hotel Pietra di Luna, alle ore 20.00, con una serata- omaggio dedicata alla regista Roberta Torre e sarà proiettato il film "Angela" (95'). In questo suo film, Roberta Torre narra a tinte forti la storia di una donna che, giovanissima, sposa un boss mafioso che traffica cocaina e tiene un negozio di scarpe come copertura. Il 20 ottobre, la manifestazione si sposterà da Maiori a Cetara (Sala Mario Benincasa ore 20.00), con un documentario "Madres de Plaza de Mayo, memoria, verdade, justiçia" (40') di Carlos Jorge Pronzato, a cui farà seguito una breve video intervista all'autore, videomakers italo - argentino che vive a Salvador da Bahia, realizzata da Pierfrancesco Cantarella. Le testimonianze delle madri di Plaza de Mayo 32 anni dopo. Uno dei più grandi movimenti per i diritti umani del novecento creato e portato avanti da sole donne. Un'azione civile e politica straordinaria, di risonanza mondiale ma che - nonostante tutto - esiste ancora, in attesa delle verità che governo e militari ancora nascondono. Il 21 ottobre è prevista una proiezione di mattina, (Centro Congressi Hotel Pietra di Luna ore 10.00), del film "Nella città l'inferno" di Renato Castellani" (85'). Galleria di donne in un carcere romano: Egle, prostituta incallita; Lina, servetta spaurita accusata ingiustamente di complicità in un furto; una ragazzina già pentita e innamorata di un ragazzo che vede dalla finestra. Egle insegna come farsi furba a Lina che impara anche troppo bene. Alle ore 19.00, sempre nel Centro Congressi dell'Hotel Pietra di Luna, in collaborazione con la rassegna Com&Te, ci sarà la presentazione del libro "Dita di dama" di Chiara Ingrao. Romanzo, ben costruito ed orchestrato, narra le vicende storiche degli anni '70, attraverso la storia di due donne, cominciando proprio da quell'autunno caldo del 1969, che finì nel sangue della strage di Piazza Fontana a Milano. A seguire, alle 20.30, sarà proiettato "El patio de mi carcel" di Belén Macìas (99'). Storia di donne: donne escluse, recluse. Isa, rapinatrice; Dolores, rom uxoricida; Rosa, prostituta innamorata; Ajo, pronta a tutto per amore; Luisa, colombiana innocentemente colpevole. L'arrivo di Mar porterà una ventata di speranza, coinvolgendo le donne in un viaggio verso la libertà. Protagonista della serata del 22 ottobre (Centro Congressi Hotel Pietra di Luna ore 20.00) sarà il film peruviano "Il canto di Paloma" di Claudia Llosa (1,34'). Il canto di Paloma è il nuovo film di Claudia Llosa che parla di violenza sulle donne, una tematica attualissima ed estremamente dolorosa. Una trama che fa rabbrividire e che ci mostra un mondo sommerso di cui, probabilmente molte di noi non sono assolutamente a conoscenza. Parla proprio della violenza femminile, di storie di donne con la sfortuna di essere nate in Perù durante gli anni della lotta terrorista, oppure da madri che hanno vissuto quell'epoca di dolore. Il 23 ottobre alle ore 10.00, (Centro Congressi Hotel Pietra di luna), sarà proiettato "Kadosh" di Amos Gitai (100'). Amos Gitaï ci dà un film spoglio, intenso, toccante e a tratti assurdamente grottesco come gli orrori religiosi che scandisce. Al centro del film sono due sorelle. Rivka, sposata a un uomo che ama molto e che è costretto dal rabbino a ripudiarla perché non hanno avuto figli, chiuderà la sua vita in un tragico silenzio. L'altra, Malka, innamorata di un musicista che ha abbandonato la loro comunità, ribelle all'oppressione che determina la vita delle donne, è costretta tuttavia a sposare un uomo che non ama e che la prima notte di matrimonio quasi la violenta e tenterà prima la ribellione, poi la fuga. Alle ore 20.00 ci sarà la proiezione del film iraniano "Il cerchio" di Jafar Panahi (90'). Con Il cerchio, l'iraniano Jafar Panahi, rivolge il proprio sguardo all'universo femminile. Otto ritratti di donne, otto storie di quotidiana sopravvivenza raccontate con la semplicità di un linguaggio che non cerca di emozionare lo spettatore, ma al contrario di accompagnarlo, mantenendo il più possibile un punto di vista distaccato. Il cerchio rimanda, in qualche modo, alla circolarità e alla frammentazione della narrazione, che descrive uno dopo l'altro ciascun personaggio.
Il 24 ottobre alle 19.30, al Centro Congressi Hotel Pietra di Luna, la serata di gala chiuderà la manifestazione, nel corso della quale sarà assegnato il premio Rossellini e il Premio Canon, attribuito ad artisti distintisi, con la propria attività, per la particolare sensibilità alle problematiche sociali del nostro tempo. Esso sarà conferito quest'anno a Belen Macìas, Claudia Llosa, Sharzad Sholeh, presidente delle Donne Democratiche in Italia in nome di Neda, la ragazza iraniana trucidata e divenuta simbolo della protesta contro il risultato delle elezioni presidenziali iraniane, Samar Minallah condannata a morte per il video che ha ripreso la diciassettenne flagellata dagli integralisti talebani in Pakistan.

INFO: UFFICIO STAMPA GIOVANNA DELL'ISOLA A.A.S.T. Maiori 089877452
Cell. 3393017395 - www.premiorossellini.com

Lunedì 19
Sala Congressi Hotel Pietra di Luna
ore 20.00
Serata di apertura con un omaggio alla regista Roberta Torre
Proiezione del film "Angela" - Italia 95'

Martedì 20
Cetara - Sala Mario Benincasa
ore 20.00
Madres de Plaza de Mayo, memòria, verdade, justiça di Carlos Jorge Pronzato (Carlos Pronzato). Documentario 40' (sottotitolato in italiano).

Mercoledì 21
Sala Congressi Hotel Pietra di Luna
ore 10.00
Proiezione del film "Nella città dell'Inferno" di Renato Castellani
Italia 1958 - 85'
ore 19.00
In collaborazione con Com&Te presentazione del libro "Dita di dama" di Chiara Ingrao
Edizioni Baldini Castaldi
ore 20.30
Film "El Patio de mi Cárcel" regia di Belén Macìas
Spagna 2008 - 99'

Giovedì 22
Sala Congressi Hotel Pietra di Luna
ore 20.00
Proiezione del film "Il canto di Paloma" di Claudia Llosa
Perù 2009 - 1h e 34'

Venerdì 23
Sala Congressi Hotel Pietra di Luna
ore 10.00
Film "Kadosh" di Amos Gitai
Israele - 100'
ore 20.00
Proiezione del film "Il Cerchio"
di Jafar Panahi - Iran 2000 - 90'

Sabato 24
Sala Congressi Hotel Pietra di Luna
ore 19.30
Serata di gala e consegna dei Premi "Roberto Rossellini 2009" e "Premio Canon 2009".

Galleria Fotografica

rank:

Lifestyle

"Ai Do Mati" lancia l'hashtag #AiDoMatiDelicious

Il Ristorante Pizzeria "Ai Do Mati" nasce nel cuore del Lido di Venezia il 25 aprile del 2001 e in un giorno molto importante per ogni veneziano: la festa di San Marco evangelista, solennità patronale di Venezia. Il suo logo è un'opera d'arte realizzata da Lele Vianello che vive e lavora in laguna, nel...

Streetfood 4 wheels: a Segrate il cibo di strada Con la Tendina

E' una delle feste più importanti dell'area, "Noi Segrate", il grande evento che si svolgerà nella città lombarda dal 7 al 9 settembre coinvolgendo diversi settori, dallo sport alla salute, con approfondimenti di vario genere. Per la parte food l'Amministrazione comunale di Segrate (Mi), organizzatore...

Forbes: Montepulciano al primo posto delle mete internazionali del vino

"Oltre ad essere la città di origine di uno dei vini più leggendari d'Italia, Montepulciano ha la particolarità di sembrare un set cinematografico oltre a essere una perfetta città toscana". Comincia così l'articolo pubblicato da Forbes, la rivista di finanza con sede a New York più famosa al mondo,...

Esiste un nuovo “Post” a Coroglio...

Esiste una regola per cui quando un POST ha colpito l'attenzione di chi lo legge bisogna vistarlo con un "mi piace", commentarlo e condividerlo. Condividere vuol dire investire tempo e risorse in qualcosa che piace, da porre poi sotto l'ala protettiva dei social. Quid pro quo. Dare per avere. Il resto...

Totò le Mokò, il panino dedicato al principe della risata e al progetto 50 Anni senza Totò

Totò è nel cuore dei napoletani, lo dimostrano le centinaia di iniziative che in queste settimane sono state organizzate a Napoli in occasione del cinquantenario della sua scomparsa. Quest'anno ricade il cinquantesimo anniversario dalla morte del grande Totò e Napoli, la sua città, ha deciso di celebrarlo...