Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 33 giorni fa S. Marco vescovo

english italiano

Date rapide

Oggi: 22 ottobre

Ieri: 21 ottobre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Italia Lifestyle

News, Eventi e Lifestyle Italiano

Italia Lifestyle, News, Eventi e Lifestyle Italiano
News, Eventi e Lifestyle Italiano

AmalfiCoast Harbor, Amalfi Coast Port, Porto di Amalfi, Pontile Coppola, Amalfi Mooring Services, Porto Amalfi, Yacht Service in Amalfi Coast, imbarcazioni, porto, port, Marina Amalficoast, Marina Hotel Santa Caterina in Amalfi, luxury exclusive resort on the Amalfi Coast Campania Region South Italy Mamma Agata Ravello Cooking Courses Corsi di Cucina tipica Mediterranea Costa di Amalfi Campania Italia Italy Charming Beautiful 4 Stars Hotel in Amalfi, Hotel Marina Riviera is a relaxing luxury hotel on the Amalfi Coast with swimming pool and a Gourmet Restaurant

Tu sei qui: LifestyleProgramma Definitivo del Ravello Festival 2009

Transfer Amalfi Coast, trasferimenti, Taxi driver, Escursioni Pompei, Noleggio auto con conducente, Ercolano, Aeroporto di Napoli, Stazione di Salerno, Train Station transfers, Airport Tour and excursions on the Amalfi Coast and Sorrento Penisula, Airport and train station Transfers, Shore excursions, Rome, Naples, Salerno, Paestum, Vesuvio, Ercolano Ibiza Vacation - Charming Luxury Appartments in Ibiza - Quality Relax Resort in Ibiza Hotel Villa Romana Minori Amalfi Coast - Relax Wellness Hotel on the Amalficoast - Quality 4 Stars hotel in Minori next to Amalfi, Positano, Ravello, Maiori, Conca dei Marini, Salerno Campania Italy Bellessere Costa d'Amalfi, Body Massage, Beauty Center and nail bar on the Amalfi Coast Maiori Salerno Campania Italy Ristorante Pizzeria Al Valico di Chiunzi in Tramonti Amalfi Coast, Bed and Breakfast Accommodation Valico Relax, next to Maiori, Ravello, Amalfi, Positano, Minori, Salerno Campania Italy Villa 21 Furore, Villa in Costa di Amalfi, Soggiorno esclusivo in costiera Amalfitana, Ville in Costa Amalfitana

Lifestyle

Programma Definitivo del Ravello Festival 2009

Scritto da (admin), giovedì 25 giugno 2009 00:00:00

Ultimo aggiornamento giovedì 25 giugno 2009 00:00:00

Coraggio. Concetto speculare alla paura. La paura del nemico, la paura del diverso, la paura del difficile, la paura del complesso, la paura dell'ignoto rinviano al coraggio necessario per sconfiggere il nemico, per accogliere il diverso, per addomesticare il difficile, per dipanare il complesso, per decifrare l'ignoto.
Non meno della paura, il coraggio è uno stato d'animo strettamente legato al tempo e al luogo in cui sopraggiunge. Il coraggio necessario per superare le Colonne d'Ercole è stato certamente diverso dal coraggio necessario per cercare il Graal, per affrontare l'Inquisizione, per curare i lebbrosi, per scalare le montagne, per attingere la luna. "Le streghe - ha constatato Voltaire - hanno smesso di esistere quando noi abbiamo smesso di ucciderle".
Molte umane imprese, che richiedevano coraggio, grazie al soccorso tecnologico sono planate dal rango dell'eroismo a quello dell'ordinaria amministrazione: il sacrificio della piccola vedetta lombarda è vanificato dal radar e quello di Icaro dai supersonici; un semplice cellulare placherebbe tutta l'ansia di Penelope e allerterebbe tutta la retroguardia armata di Waterloo. Il coraggio festivo e spavaldo ostentato dal trapezista è ben diverso dal coraggio feriale e paziente necessario alla vedova; il coraggio prolungato della spia è ben diverso dal coraggio fulmineo dello scippatore. Per schivare la furbizia occorre un coraggio sottile; per contrastare l'arroganza occorre un coraggio inflessibile; per educare l'ignoranza occorre un coraggio missionario; per seguire il leader occorre un coraggio devoto; per neutralizzare la trivialità occorre un coraggio raffinato; per debellare la burocrazia occorre un coraggio ironico; per gestire la democrazia occorre un coraggio organizzato; per ignorare l'offesa occorre un coraggio magnanimo; per immolarsi a una causa occorre un coraggio nevrotico.
Le opere e i giorni dell'uomo sono impastati di coraggio: quello necessario a Giordano Bruno per affrontare il rogo; quello necessario al gladiatore per atterrare il contendente; quello necessario al santo per testimoniare la fede; quello necessario allo scienziato per confutare i paradigmi consolidati; quello necessario all'astronauta per contrastare la legge di gravità; quello necessario al dirigente per prendere una decisione; quello necessario al giocatore d'azzardo per esibire una mossa impertinente. Occorre coraggio anche per affrontare il coraggio.
I terreni privilegiati dal coraggio sono la difesa, l'attacco e l'innovazione. Si pensi al coraggio di Enea, che difende i suoi lari; al coraggio di Renzo e Lucia, che difendono le loro piccole virtù; al coraggio di Emma Bovary, che difende il suo diritto al sogno; al coraggio di Madama Butterfly, che difende il suo ricorso all'illusione; al coraggio di Sacco e Vanzetti, che difendono il loro diritto alla verità; al coraggio di Gandhi e Mandela, che difendono il diritto dei loro popoli all'identità.
Per il coraggio nell'attacco, si pensi aquello gagliardo di Achille contro i difensori di Troia; a quello utopico di Alessandro Magno e di Giuliano l'Apostata contro i misteriosi confini orientali; a quello baldanzoso di Parsifal contro la mostruosità di Klingsor; a quello finto-folle di Amleto contro la perfidia materna; a quello candido di Fabrizio del Dongo contro i nemici del mito napoleonico; a quello ingenuo di Salvo d'Acquisto contro la brutalità dei giustizieri; a quello sfrontato di Roberto Saviano contro la bestialità della camorra; a quello allucinato dei kamikaze contro l'oltraggio dei blasfemi.
Per il coraggio nell'innovazione si pensi a quello di Colombo che salpa verso nuovi mondi; a quello di Copernico e di Galileo, che sovvertono l'universo biblico; a quello di Schoenberg, che propone la dodecafonia; a quello di Freud, che affonda la psicologia tradizionale nei misteri dell'inconscio; a quello di Einstein, che disorienta la fisica classica con la curva del tempo; a quello di Picasso, che sovverte la prospettiva con il cubismo; a quello di Kandinskij, che affranca la pittura dalla figura; a quello dei fratelli Wright, che spiccano il primo volo; a quello di Pasteur, che trasforma il figlio in cavia; a quello di Taylor, che impone al lavoro le regole scientifiche dell'efficienza; a quello di Keynes, che libera dal lavoro il destino dei suoi nipoti; a quello di Adriano Olivetti, che costruisce la città dell'uomo secondo i canoni della bellezza.
Vi è un coraggio che impone rispetto: la nobiltà dell'eroe, il talento dell'artista, la grandezza del genio, la sicurezza del chirurgo, il valore del professionista, l'intraprendenza dell'imprenditore, la magnanimità di chi perdona. Vi è un coraggio che desta sorpresa: la sfrontatezza del dongiovanni, la spavalderia dello spadaccino, la temerarietà del funambolo, la sicurezza del danzatore, il sangue freddo dello scassinatore, l'abnegazione del soccorritore, il colpo d'occhio dell'intenditore, la stravaganza del dandy, la trattativa spericolata del commerciante, il bluff calcolato del giocatore di poker. Vi è un coraggio che piglia in contropiede: l'impudenza del ladro, la sfrontatezza dello scugnizzo, la spudoratezza della cortigiana, l'audacia dell'innamorato, l'irriverenza del blasfemo.
Vi è un coraggio che esige prudenza: la risolutezza dell'irresponsabile, l'ingegnosità dell'autodidatta, l'indiscrezione del saccente, l'improntitudine del temerario, l'irriverenza dello smodato, la saccenteria dell'erudito, la superbia del primo della classe.
Vi è un coraggio che merita disprezzo: l'arroganza del padrino, la presunzione dell'incompetente, la protervia del più forte, l'avventatezza dell'ignorante, l'ingiuria del perfido, la faccia tosta dell'adulatore, la villania del maleducato, l'insolenza del guappo, la supponenza dell'arrivato, la spocchia dell'erudito.


Per maggiori informazioni sul programma definitivo del Ravello Festival 2009, vedi il file in allegato

www.ravellofestival.com

Galleria Fotografica

File Allegati

Calendario_ravello_2009.pdf
Calendario_ravello_2009.pdf

rank:

Ultimi articoli in Lifestyle

Totò le Mokò, il panino dedicato al principe della risata e al progetto 50 Anni senza Totò

Totò è nel cuore dei napoletani, lo dimostrano le centinaia di iniziative che in queste settimane sono state organizzate a Napoli in occasione del cinquantenario della sua scomparsa. Quest'anno ricade il cinquantesimo anniversario dalla morte del grande Totò e Napoli, la sua città, ha deciso di celebrarlo...

Luca Buccheri Chef del Dum Dum Republic di Paestum (SA)

Intenso e appassionato: è Luca Buccheri, "chef d'amore e d'anarchia", da quest'anno alla guida del ristorante del Dum Dum Republic di Paestum (SA). Un talento naturale dall'animo irrequieto. La sua è una visione originale che tende a spingere i sapori verso un nuovo orizzonte sensoriale, attraverso la...

Ravello Festival 2016

PRESENTATA A ROMA LA 64ESIMA EDIZIONE DEL RAVELLO FESTIVAL SI PARTE IL 1°LUGLIO Sul podio direttori d'orchestra come Yuri Temirkanov, il primo artista russo al quale fu consentito di esibirsi in Russia dopo la ripresa delle relazioni culturali con l'Unione Sovietica, alla fine della guerra in Afghanistan....

Terra. Uno sguardo al mondo globale

Gad Lerner, Noa, Mario Tozzi, Umberto Galimberti, Maccio Capatonda sono solo alcuni degli ospiti di Con-vivere, il festival organizzato dalla Fondazione CRC, in programma a Carrara dall'11 al 13 settembre. Nella X edizione, si riflette sul futuro del pianeta, dalla globalizzazione all'integrazione, dalla...