Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 7 giorni fa S. Teodoro martire

english italiano

Date rapide

Oggi: 20 settembre

Ieri: 19 settembre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Italia Lifestyle

News, Eventi e Lifestyle Italiano

Italia Lifestyle, News, Eventi e Lifestyle Italiano
News, Eventi e Lifestyle Italiano

Amalfi Coast officialHotel Santa Caterina Amalfi

Tu sei qui: LifestyleRistorante El Brellin Milano

Positano Notizie, non solo news, il portale all news di Positano e della Costiera AmalfitanaAmalfi News non solo notizie è il magazine on line della Costa d'Amalfi Occhi Su Salerno, perchè due occhi non bastano, è il portale all news di Salerno e della sua ProvinciaItalia Turismo e Territorio in un solo portale: Locali d'Autore Italia Lifestyle

Lifestyle

Un tuffo in una Milano d'altri tempi

Ristorante El Brellin Milano

Vicolo dei Lavandai angolo Alzaia Naviglio Grande, 14 - 20144 - Milano TEL: +39 02 58101351 / +39 02 89402700 www.brellin.it

Scritto da Chiara Furco (admin), venerdì 25 febbraio 2011 23:01:33

Ultimo aggiornamento domenica 15 gennaio 2012 21:57:55

Per fortuna le fiere non sono solo un importante appuntamento per procacciare nuove clienti e promuovere la nostra bellissima terra, ma anche un momento conviviale per scambiare quattro chiacchiere davanti una buona cena tra amici e colleghi, come spesso a casa propria - perché presi dal vivere quotidiano - non si ha il tempo di fare.
Lo staff di Locali d'Autore e della Sunland Viaggi e Turismo si ritrova così a Milano, in occasione della BIT 2011, alla ricerca dei sapori e delle atmosfere della Milano di una volta, tanto decantata da cantautori e poeti.
Grazie al prezioso consiglio del nostro concierge approdiamo al ristorante "El Brellin", situato sul Naviglio Grande, nel vicolo dei lavandai, che prende il nome appunto dal bellissimo lavatoio del '600 che ancora si può ammirare. Su questa sponda le lavandaie, inginocchiate, lavavano i loro panni sui "brellin" di pietra.
Il ristorante è ubicato al primo piano di una deliziosa drogheria del '700, ove le lavandaie acquistavano sapone ed acqua calda. Al piano terra si trova, invece, un intimo caffè, ideale per happy hours ed aperitivi.
L'interno del ristorante è rustico ma elegante, con ampi soffitti a cassettoni, un bel camino, pareti in tinta tenue decorate da originali quadri vintage, raffiguranti lavandaie ed il lavatoio.
Il menù: una carta ricca e raffinata, a base di piatti tipici, molti dei quali preparati secondo i dettami originali della DeCA (denominazione di Cucina Ambrosiana ), utilizzando ingredienti di prima scelta , tanto che a margine viene riportata la lista dei fornitori delle ricercate materie prime.
Avendo l'imbarazzo della scelta ci lasciamo tentare dai due menù degustazione: il menù Vintage (38 euro a persona) ed il menù Tradizione e Creatività (45 euro a persona).
I primi piatti sono "Chicce al gorgonzola e noci" e "Raviolacci alla cazzoeula con burro fuso e Grana riserva sfumati alla grappa"; le chicche sono dei piccolissimi e delicati gnocchetti verdi con una gustosa crema di gorgonzola spolverati con noci: sapori delicati che si fondono piacevolmente al palato. I Raviolacci sono preparati con sfoglia sottilissima a mo' di fagottino, ripiena di carne di maiale ed adagiati su di un letto di verza. Una vera leccornia!
I secondi consistono in "piccatina di vitello ai carciofi con purea di patate" - un piatto classico e ben preparato, perfetta fusione ed armonia dei sapori - e "tempura di bollito misto" - manzo, vitello, gallina e cotechino bolliti fritti magistralmente in una tempura leggera e croccante, che al taglio non si stacca dalla carne!
I dessert serviti sono mini profiteroles alla crema, semplici e gustosi, e "pera martin-sec giulebbata con gelato alla vaniglia e granella di pistacchi", una vera prelibatezza!
Il tutto condito da un buon vino, Sassella Valtellina Superiore del 2007, da un servizio discreto e professionale e dalla simpatia del proprietario che ci ha accolti come se fossimo a cena a casa sua! Un indirizzo da ricordare durante i nostri viaggi di piacere e d'affari a Milano!

Chiara Furco
17 Febbraio 2011

Per Locali d'Autore

Galleria Fotografica

rank:

Lifestyle

Streetfood 4 wheels: a Segrate il cibo di strada Con la Tendina

E' una delle feste più importanti dell'area, "Noi Segrate", il grande evento che si svolgerà nella città lombarda dal 7 al 9 settembre coinvolgendo diversi settori, dallo sport alla salute, con approfondimenti di vario genere. Per la parte food l'Amministrazione comunale di Segrate (Mi), organizzatore...

Forbes: Montepulciano al primo posto delle mete internazionali del vino

"Oltre ad essere la città di origine di uno dei vini più leggendari d'Italia, Montepulciano ha la particolarità di sembrare un set cinematografico oltre a essere una perfetta città toscana". Comincia così l'articolo pubblicato da Forbes, la rivista di finanza con sede a New York più famosa al mondo,...

Esiste un nuovo “Post” a Coroglio...

Esiste una regola per cui quando un POST ha colpito l'attenzione di chi lo legge bisogna vistarlo con un "mi piace", commentarlo e condividerlo. Condividere vuol dire investire tempo e risorse in qualcosa che piace, da porre poi sotto l'ala protettiva dei social. Quid pro quo. Dare per avere. Il resto...

Totò le Mokò, il panino dedicato al principe della risata e al progetto 50 Anni senza Totò

Totò è nel cuore dei napoletani, lo dimostrano le centinaia di iniziative che in queste settimane sono state organizzate a Napoli in occasione del cinquantenario della sua scomparsa. Quest'anno ricade il cinquantesimo anniversario dalla morte del grande Totò e Napoli, la sua città, ha deciso di celebrarlo...

Luca Buccheri Chef del Dum Dum Republic di Paestum (SA)

Intenso e appassionato: è Luca Buccheri, "chef d'amore e d'anarchia", da quest'anno alla guida del ristorante del Dum Dum Republic di Paestum (SA). Un talento naturale dall'animo irrequieto. La sua è una visione originale che tende a spingere i sapori verso un nuovo orizzonte sensoriale, attraverso la...