Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 9 giorni fa S. Pietro d'Alcantara

english italiano

Date rapide

Oggi: 19 ottobre

Ieri: 18 ottobre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Italia Lifestyle

Il portale di News, Eventi e Lifestyle Italiano

Italia Lifestyle - Il portale di News, Eventi e Lifestyle Italiano
News, Eventi e Lifestyle Italiano

Amalfi Coast officialHotel Santa Caterina Amalfi

Tu sei qui: LifestyleSalerno - Mostra di Radio d'Epoca

Positano Notizie, non solo news, il portale all news di Positano e della Costiera AmalfitanaAmalfi News non solo notizie è il magazine on line della Costa d'Amalfi Occhi Su Salerno, perchè due occhi non bastano, è il portale all news di Salerno e della sua ProvinciaItalia Turismo e Territorio in un solo portale: Locali d'Autore Italia Lifestyle

Lifestyle

Salerno - Mostra di Radio d'Epoca

Salerno, Palazzo Genovese, Largo Campo, 7-8-9 dicembre 2007, dalle ore 9.00 alle ore 22.00

Scritto da (admin), lunedì 28 gennaio 2008 00:00:00

Ultimo aggiornamento lunedì 28 gennaio 2008 00:00:00

L'Associazione Culturale "Nosside", con il Patrocinio della Provincia di Salerno e del Comune di Salerno, presenta la prima mostra di Radio d'Epoca, della citta' di Salerno.
L'allestimento e' frutto della collezione, raccolta in circa vent'anni di appassionate ricerche dal signor Nicola Iammancino, socio dell' A.I.R.E. Associazione Italiana per la Radio d'Epoca e del sito radiomuseum.org , museo virtuale della radio e catalogo internazionale delle radio d'epoca. Si compone di oltre cinquanta apparecchi che abbracciano la produzione europea e statunitense, dagli anni venti, fino agli anni cinquanta. La mostra rappresenta l'evoluzione tecnologica della radio, dai primi ricevitori a valvole, alle produzioni industriali che migliorarono la qualità del suono e con lo sviluppo dei dispositivi di trasmissione resero possibile l'espansione della radio diffusione in tutto il mondo, fino ai primi apparecchi a transistor. Oltre ad un aspetto prettamente tecnologico, l'esposizione da la possibilità di riconoscere alcuni elementi dell' evoluzione sociale. La radio con gli anni divenne l'oggetto di un design attento alle mode e alle funzioni di comunicazione di ascolto della musica e di propaganda politica e commerciale a tal proposito basti pensare al ricevitore radio Phonola modello 547 del 1940, disegnato dai fratelli Castiglioni e Caccia Dominioni, che viene considerato uno dei primi esempi di design industriale italiano, prodotto in plastica con sintonizzatore a pulsanti ed episodio inusuale, in una decina di colori e alla popolare radio Balilla commercializzata dal regime fascista, nel 1937 all'economico costo di 430 lire con l'intento di educare gli italiani secondo un prefissato modello di pensiero e di comportamento. Gli appassionati di artigianato invece, potranno ammirare arredi di ottima fattezza, infatti, la tecnologia in continua evoluzione veniva inserita in mobili eleganti e raffinati, in legno pregiato con splendidi intagli o in bakelite, non a caso gli apparecchi venivano collocati in salotto anche con funzione d'arredo. Oltre agli esemplari di grande interesse già citati, l'allestimento propone alcune delle produzioni più belle e pregiate di radio d'epoca, tutte accuratamente restaurate e perfettamente funzionanti: Radiomarelli, CGE, Philps, Telefunken, Lowe, Emerson, Crosley, Jackson Bell, Westinghouse ecc. In più la mostra sarà arricchita da una raccolta di brani musicali degli anni trenta e quaranta che possono essere ascoltati durante la visita dell'esposizione.
La mostra di radio d'epoca si presta come cornice ideale per la presentazione del libro, L'uomo delle Radio, di Nicola Iammancino, edito dalle Edizioni Reginè. Il volume oltre ad essere composto dalla raccolta fotografica della collezione, con la scheda tecnica di ogni ricevitore, contiene un emozionante racconto delle vicende di un collezionista di radio d'epoca ed un'appendice sulla storia della radio, degli apparecchi radiofonici e del loro restauro. Alla presentazione, che si terrà, sabato 8 dicembre, alle ore 18.30, nella sede della mostra a Palazzo Geneovese, parteciperanno esperti e giornalisti del settore, l'editore Ester Papa e l'autore.

Salerno, Palazzo Genovese, Largo Campo
7-8-9 dicembre 2007
Dalle ore 9.00 alle ore 22.00

rank:

Lifestyle

"Ai Do Mati" lancia l'hashtag #AiDoMatiDelicious

Il Ristorante Pizzeria "Ai Do Mati" nasce nel cuore del Lido di Venezia il 25 aprile del 2001 e in un giorno molto importante per ogni veneziano: la festa di San Marco evangelista, solennità patronale di Venezia. Il suo logo è un'opera d'arte realizzata da Lele Vianello che vive e lavora in laguna, nel...

Streetfood 4 wheels: a Segrate il cibo di strada Con la Tendina

E' una delle feste più importanti dell'area, "Noi Segrate", il grande evento che si svolgerà nella città lombarda dal 7 al 9 settembre coinvolgendo diversi settori, dallo sport alla salute, con approfondimenti di vario genere. Per la parte food l'Amministrazione comunale di Segrate (Mi), organizzatore...

Forbes: Montepulciano al primo posto delle mete internazionali del vino

"Oltre ad essere la città di origine di uno dei vini più leggendari d'Italia, Montepulciano ha la particolarità di sembrare un set cinematografico oltre a essere una perfetta città toscana". Comincia così l'articolo pubblicato da Forbes, la rivista di finanza con sede a New York più famosa al mondo,...

Esiste un nuovo “Post” a Coroglio...

Esiste una regola per cui quando un POST ha colpito l'attenzione di chi lo legge bisogna vistarlo con un "mi piace", commentarlo e condividerlo. Condividere vuol dire investire tempo e risorse in qualcosa che piace, da porre poi sotto l'ala protettiva dei social. Quid pro quo. Dare per avere. Il resto...

Totò le Mokò, il panino dedicato al principe della risata e al progetto 50 Anni senza Totò

Totò è nel cuore dei napoletani, lo dimostrano le centinaia di iniziative che in queste settimane sono state organizzate a Napoli in occasione del cinquantenario della sua scomparsa. Quest'anno ricade il cinquantesimo anniversario dalla morte del grande Totò e Napoli, la sua città, ha deciso di celebrarlo...