Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 11 giorni fa S. Apollinare

english italiano

Date rapide

Oggi: 23 luglio

Ieri: 22 luglio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Italia Lifestyle

News, Eventi e Lifestyle Italiano

Italia Lifestyle, News, Eventi e Lifestyle Italiano
News, Eventi e Lifestyle Italiano

Amalfi Coast official Hotel Santa Caterina Amalfi

Tu sei qui: LifestyleSalerno - Salerno città Templare?

L'edizione 2018 del Festival più atteso in Costiera Amalfitana: Ravello Festival 2018 Italia Turismo e Territorio in un solo portale: Locali d'Autore Italia Lifestyle

Lifestyle

Salerno - Salerno città Templare?

Mostra fotografica al Palazzo D’Avossa, Via Botteghelle 11

Scritto da (admin), lunedì 28 gennaio 2008 00:00:00

Ultimo aggiornamento lunedì 28 gennaio 2008 00:00:00

La mostra fotografica "Salerno Città Templare?" prende spunto dalla scoperta all'interno del Duomo di Salerno, della tomba di un Gran Maestro Templare, risalente all'anno 1111, ben sedici anni prima dell'istituzione dell'Ordine dei Templari in Francia, come supposto fino ad oggi. Luciano Guasco con l' Associazione L'Ottagono, dopo anni di ricerche e ritrovamenti, ipotizza la nascita dell' Ordine dei Templari proprio a Salerno. La stella a otto punte,simbolo dell'Ordine, è presente in numerose costruzioni dell'epoca. Il numero otto, simbolo chiaramente paleocristiano, si mostra ricorrente,sui portali di Salerno e dunque su stazionari medievali, plutei e paracarri. Ciò riporta, dunque, allo studio della simbologia paleocristiana menzionata poco prima. A ripercorrere il numero otto è il doppio quadrato, dalle quattro facce doppie intersecate tra di loro, presente nella Chiesa dei Leoni a Umm Al-Rakas - Kastron Mefaa, in Giordania, risalente al VI sec. d.C. e nella Chiesa di Santa Sofia a Istanbul. Identico simbolo, viene ritrovato alle spalle di Federico II rappresentato sul frontone della Sede Centrale dell' omonima Università di Napoli. Cosa significa, dunque ?
Il doppio quadrato, ritrovato anche all'interno del Duomo stesso, dimostra che v'era una doppia filosofia ricorrente nella Salerno del tempo. Una è quella Ippocratica, alla base del pensiero guida della Scuola Medica Salernitana, e una è quella Platonica e Pitagorica, ovvero dualistica. Possiamo infatti vedere come anima e corpo impersonificano i due quadrati, in un dualismo materiale e immateriale. Ciò si lega, a sua volta, a quanto riporta il pensiero dei Militi Christi.

Palazzo D'Avossa, Via Botteghelle 11
Tutti i giorni, dal 8 dicembre 2007 al 6 gennaio 2008
dalle ore 19,00 alle ore 22,00

rank:

Ultimi articoli in Lifestyle

Esiste un nuovo “Post” a Coroglio...

Esiste una regola per cui quando un POST ha colpito l'attenzione di chi lo legge bisogna vistarlo con un "mi piace", commentarlo e condividerlo. Condividere vuol dire investire tempo e risorse in qualcosa che piace, da porre poi sotto l'ala protettiva dei social. Quid pro quo. Dare per avere. Il resto...

Totò le Mokò, il panino dedicato al principe della risata e al progetto 50 Anni senza Totò

Totò è nel cuore dei napoletani, lo dimostrano le centinaia di iniziative che in queste settimane sono state organizzate a Napoli in occasione del cinquantenario della sua scomparsa. Quest'anno ricade il cinquantesimo anniversario dalla morte del grande Totò e Napoli, la sua città, ha deciso di celebrarlo...

Luca Buccheri Chef del Dum Dum Republic di Paestum (SA)

Intenso e appassionato: è Luca Buccheri, "chef d'amore e d'anarchia", da quest'anno alla guida del ristorante del Dum Dum Republic di Paestum (SA). Un talento naturale dall'animo irrequieto. La sua è una visione originale che tende a spingere i sapori verso un nuovo orizzonte sensoriale, attraverso la...

Ravello Festival 2016

PRESENTATA A ROMA LA 64ESIMA EDIZIONE DEL RAVELLO FESTIVAL SI PARTE IL 1°LUGLIO Sul podio direttori d'orchestra come Yuri Temirkanov, il primo artista russo al quale fu consentito di esibirsi in Russia dopo la ripresa delle relazioni culturali con l'Unione Sovietica, alla fine della guerra in Afghanistan....