Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 15 giorni fa S. Corinna

english italiano

Date rapide

Oggi: 24 maggio

Ieri: 23 maggio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Italia Lifestyle

Il portale di News, Eventi e Lifestyle Italiano

Italia Lifestyle - Il portale di News, Eventi e Lifestyle Italiano
News, Eventi e Lifestyle Italiano

Amalfi Coast officialHotel Santa Caterina Amalfi

Tu sei qui: Territorio e CulturaLa Sartiglia: tra storia e colori il Carnevale di Oristano

Positano Notizie, non solo news, il portale all news di Positano e della Costiera AmalfitanaAmalfi News non solo notizie è il magazine on line della Costa d'Amalfi Occhi Su Salerno, perchè due occhi non bastano, è il portale all news di Salerno e della sua ProvinciaItalia Turismo e Territorio in un solo portale: Locali d'Autore Italia Lifestyle

Territorio e Cultura

Oristano, Sardegna, Carnevale

La Sartiglia: tra storia e colori il Carnevale di Oristano

Ogni anno, Oristano, capoluogo di provincia sulla costa Ovest dell'Isola, rinnova un antico rito tra mistero, colori e cavalli.

Scritto da Eleonora Casula (admin), lunedì 18 marzo 2019 19:56:35

Ultimo aggiornamento martedì 19 marzo 2019 09:24:05

In Sardegna il Carnevale è un rito antico rinnovato ogni anno. Uno degli eventi più belli da seguire è La Sartiglia.

La Sartiglia è una delle più belle giostre medievali tutta da vivere e da scoprire: le giornate pubbliche sono quelle dell'ultima domenica di carnevale e del martedì grasso, in realtà intorno alla giostra il lavorio è costante.

Cavalli e "cavalieri" ogni giorno dell'anno si esercitano per la Sartiglia; mogli, sorelle, madri e figlie lavorano alla preparazione delle tipiche rosette che adornano i cavalli.

Dentro la Sartiglia

Se ogni giorno dell'anno nelle scuderie e nei maneggi ci si esercita per la gara è anche vero che la ritualità intorno alla giostra è tanta.

Un mix perfetto tra tradizione e passione che ha inizio il 2 febbraio con la candelora quando dopo la tradizionale benedizione dei ceri il più grande di essi addobbato con fiori, nastri e rasi verrà consegnato a Su Componidori, il capocorsa.

E' il 2 di febbraio di ogni anno che il gremio dei falegnami e quello dei contadini svelano l'identità del cavalliere che vestirà i panni del Componidori. Una cerimonia, questa, tra fede e riti dal remoto ed antico sapore pagano.

La consegna dei ceri è accompagnata dal ritmo dei tamburini e dei trombettieri ,da preghiere rivolte al santo protettore.

I ceri benedetti vengono consegnati anche al Secondo e Terzo di pariglia, indicati come su Segundu e Su Terzu.

E' tempo di Sartiglia: camminando per la città lo si può notare. Nel quartiere storico, Su Brugu, non di rado si incontreranno cavalieri e cavalli, ma l'evento vero e proprio è per Carnevale.

La mattina della domenica, con replica quella di Martedì, nella sala del Gremio avviene la vestizione.

Bello da assistere il rito della vestizione ha un antico sapore misterioso: è in questo momento che Su Componidori diventa una figura sacra e mistica. Dopo aver indossato la maschera per tutta la giornata il cavalliere non potrà più toccare terra!

Subito dopo la vestizione il Componidori seguito da su Secundu e Su Terzu ed i cavallieri partecipanti darà inizio alla vera e propria Sartiglia.

La corsa alla Stella: l'emozione

E' la corsa alla Stella l'evento principale della Sartiglia. Dopo la sfilata della corte Medievale di Eleonora d'Arborea, tra gli applausi del pubblico arrivano il capocorsa ed i cavallieri a gruppi di tre. La corsa inizia con la discesa de Su componidori, a seguire Su Segundu e Su Terzu. Tra squilli di tromba e ritmi battuti dai tamburi i cavallieri cercheranno si centrare la stella. E' una emozione infinita. Assistere a Sa Sartiglia è un tuffo in un mondo differente, ricco di tradizioni, usante e costumi.

Centrare la stella è quasi una mission impossible: la bravura dei cavalieri si misura minuto per minuto ed istante per istante.

Via Duomo diventa il palcoscenico fuori dal tempo in cui i cavallieri vestiti in abiti tradizionali o spagnoleggianti "scendono alla stella", i cavalli corrono e galoppano cercando di soddisfare il sogno del conduttore.

Dopo qualche ora, nel tardo pomeriggio, il Componidori darà fine alla corsa con Sa Remada, una acrobazia unica nel suo genere che consiste nel attraversare il percorso quasi sdraiato benedicendo poi la città e la folla con un bellissimo mazzo (Sa Pippia de maju) fatto di violette e pervinche.

Lo scenario si sposta: nella centrale via Mazzini sino al tramonto è tempo di pariglie acrobatiche. I cavallieri cercheranno di sfidare la sorte in acrobazie particolari belle da vedere per chi desidera un pomeriggio carico di adrenalina osservare le pariglie regalerà una serie di brividi inimmaginabile. Cavalieri bravissimi si lanciano in acrobazie di gruppo particolarmente belle.

Oltre la Sartiglia

La Sartiglia è una festa di popolo: tutta la città partecipa e ogni anno cresce il numero di turisti presenti. Oristano mostra il meglio di sé. Oltre ad osservare la corsa alla Stella e le Pariglie è bello tutto il contesto.

La domenica ed il martedì iniziano con la presentazione di Eleonora d'Arborea e della sua bella ed elegante corte. Le sere ed i pomeriggi è possibile visitare mostre ed i tanti eventi collaterali dove è persino possibile gustare prelibatezze locali o acquistare pezzi d'artigianato sardo.

Galleria Fotografica

rank:

Territorio e Cultura

Trapani: le meraviglie della città

Trapani è una città siciliana situata nella punta occidentale dell'isola, con vista sulle isole Egadi e in cui si trova una importante torre di guardia del XVII secolo: la Torre di Ligny. All'interno della torre si può visitare il Museo della Preistoria e di Archeologia Marina. La Chiesa del Purgatorio,...

Rione Serra Venerdì, Imma Tataranni e le trappole del passato

Si tinge di giallo L'angolo delle storie in Fondazione Sassi e, sabato 1 dicembre, nella sala convegni di via San Pietro Barisano echeggerà il suono dei tacchi rigorosamente dodici della piemme materana Imma Tataranni. Per il ciclo di appuntamenti con gli autori L'angolo delle storie in Fondazione Sassi,...

Simboli religiosi nelle grotte del neolitico a Gravina.

E' proprio il proprietario dell'area in cui sorge il Parco Naturalistico ed Archeologico di Gravina, Salvatore Mastrodonato, ad illustrare le Grotte alla stampa. E' già boom per il Sentiero Geopoetico dell'Acqua e della Pietra inaugurato a Gravina in Puglia. "Trovo straordinario che un comune, in questo...

Il fascino del libro antico incanta Milano

Novegro (MI) - Rarità, condizioni e provenienza: sono questi i tre fattori da prendere in considerazione per chi sabato 15 e domenica 16 settembre andrà a caccia di piccoli e grandi tesori di carta tra i banchi di Byblos 2.0, la mostra mercato del libro antico e del ‘900, della stampa d'epoca e della...

Gala Moskvitina “Light inside you”

Dal 2 al 14 Agosto, subito dopo l'Italian Art Exhibition, Amalfi ospiterà la mostra Personale di una straordinaria pittricedi fama internazionale:Gala Moskvitina (Kiev, 1963) fondatrice del "Laternative Realism" (da "luce" e "natura"). La mostra"Light inside you", a cura di Angelo Criscuoli, nasce dalla...