Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 3 giorni fa S. Gelasio I papa

english italiano

Date rapide

Oggi: 19 novembre

Ieri: 18 novembre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Italia Lifestyle

Il portale di News, Eventi e Lifestyle Italiano

Italia Lifestyle - Il portale di News, Eventi e Lifestyle Italiano
News, Eventi e Lifestyle Italiano

Amalfi Coast officialHotel Santa Caterina Amalfi

Tu sei qui: Territorio e CulturaSimboli religiosi nelle grotte del neolitico a Gravina.

Positano Notizie, non solo news, il portale all news di Positano e della Costiera AmalfitanaAmalfi News non solo notizie è il magazine on line della Costa d'Amalfi Occhi Su Salerno, perchè due occhi non bastano, è il portale all news di Salerno e della sua ProvinciaItalia Turismo e Territorio in un solo portale: Locali d'Autore Italia Lifestyle

Territorio e Cultura

Puglia, Parco Naturalistico ed Archeologico di Gravina

Simboli religiosi nelle grotte del neolitico a Gravina.

La stampa accompagnata dalle guide è entrata anche nelle Grotte dove sono state rinvenute croci. Alcune di queste croci sono state adattate a cucine dai pastori all'epoca della transumanza.

Scritto da (admin), martedì 13 novembre 2018 09:48:56

Ultimo aggiornamento martedì 13 novembre 2018 09:48:56

E' proprio il proprietario dell'area in cui sorge il Parco Naturalistico ed Archeologico di Gravina, Salvatore Mastrodonato, ad illustrare le Grotte alla stampa.

E' già boom per il Sentiero Geopoetico dell'Acqua e della Pietra inaugurato a Gravina in Puglia.

"Trovo straordinario che un comune, in questo caso Gravina in Puglia, si sia impegnato con l'utilizzo diffuso di persone che sono sul posto come le Guide Ambientali Escursionistiche per portare la città fuori dalla porta. Il Sentiero geopoetico dell'Acqua e della Pietra è proprio la volontà di unire questo aspetto geografico, storico - culturale ad una poetica del territorio - ha continuato Davide Sapienza, giornalista, scrittore, curatore di questo nuovo cammino - perché noi essere umani abbiamo dentro di noi scritto il codice della bellezza e sappiamo capire che attraverso la bellezza si può arrivare a delle cose molto speciali per la nostra vita quotidiana. Questo è il messaggio che stanno dando al mondo da Gravina in Puglia".

Ecco il modello Gravina: museo naturale che mette in rete beni ambientali, archeologici, letterari.

"Perché cammino geopoetico? Perché a Gravina mettiamo in rete natura - archeologia - beni culturali - storia -ambiente. Il tutto per connettere i luoghi ai pensieri alle sensazioni. L'acqua e la pietra sono gli elementi che più rappresentano questa ferita nella terra che è una gravina solcata dall'acqua, nel tempo. Ricchezze che solo adesso vengono apprezzate. Erano luoghi nel passato abbandonati, sono stati recuperati e potranno essere valorizzati da questo nuovo sentiero. Vogliamo far vivere alla gente una connessione importante natura - territorio. Dobbiamo sentirci parte della natura, del territorio. Il sentiero dell'Acqua e della Pietra è un cammino geopoetico che unisce letture di testi letterari legati alla valorizzazione dell'ambiente a quanto vediamo e viviamo. Cosa sarà possibile vedere lungo il cammino rappresenta un valore importante - ha affermato Ezio Spano, Guida Ambientale Escursionistica AIGAE che è stato uno degli ideatori del progetto - perché ci aiuta a comprendere il come i cambiamenti siano stati sempre legati all'evoluzione geologica di un territorio. Ed ecco che lungo il cammino si potrà essere sul letto di un antico fiume che non c'è più o ancora entrare nella città antica di Sidìn della quale si hanno notizie a partire dall'anno 1.000 a.C".

L'Amministrazione tenta il riconoscimento UNESCO.

"L'Amministrazione ha messo in atto politiche attive tese alla promozione e valorizzazione del territorio come ad esempio il recupero dei nuclei storici che erano in notevole stato di abbandono e degrado, lasciati in disuso dai proprietari. Abbiamo realizzato i sottoservizi che mancavano come acqua - ha dichiarato Raffaele Lorusso, Assessore al Marketing di Gravina in Puglia - fogne, gas per il riscaldamento, abbiamo recuperato spazi, piazze, realizzato illuminazione. Portando questi servizi all'interno dei nuclei storici, si è creato quel propulsore di sviluppo e quindi le famiglie si sono riappropriate delle proprie abitazioni all'interno dei nuclei storici recuperandole e ristrutturandole. Oggi assistiamo alla nascita di tanti B&B, ristoranti, attività ricettive proprio all'interno di questi nuclei storici. L'Amministrazione ha messo in atto altre procedure come quella riguardante il riconoscimento di Gravina come Patrimonio UNESCO. Insieme alla vicina Matera, si è celebrato un Consiglio intercomunale nel quale abbiamo sancito un protocollo d'intesa affinché il sito Unesco Matera possa integrare anche Gravina che per ambiente naturale e percorsi naturalistici è un unicum con la vicina Matera. Speriamo di avere un responso positivo".

La prima grotta all'ingresso del Parco Archeologico e Naturalistico di Gravina - adeguata a cucina dai pastori durante il periodo della transumanza.

Davide Sapienza, scrittore, durante il cammino geopoetico dell'Acqua e della Pietra a Gravina

Enzo Spano, guida AIGAE, Davide Sapienza, scrittore, guidano stampa ed escursionisti lungo il Cammino dell'Acqua e della Pietra sull'altopiano della Murgia- Ed è boom, un vero successo, molteplici le richieste.

Galleria Fotografica

rank:

Territorio e Cultura

AGRIETOUR: IL SALONE DELL’AGRITURISMO RAGGIUNGE LA MAGGIORE ETÀ

L'agriturismo in Italia ha registrato una crescita ininterrotta negli ultimi venti anni, raggiungendo i 12,7 milioni di presenze. Il fatturato del settore ha raggiunto la quota di 1,36 miliardi di euro Diventa maggiorenne AgrieTour, il Salone Nazionale dell'Agriturismo e dell'Agricoltura multifunzionale...

GLI UFFIZI PER LA PRIMA VOLTA IN MOSTRA A MATERA

Il "pane degli Uffizi" in mostra tra i Sassi di Matera. La mostra Il Pane e i Sassi- L'antico tema del pane in una selezione di opere delle Gallerie degli Uffizi vede, per la prima volta, gli Uffizi in trasferta nella città Capitale Europea della Cultura 2019. L'esposizione, a cura di Maria Anna Di Pede...

IL PREMIO OSCAR OLIVER STONE IN VISITA ALLA GALLERIA DEGLI UFFIZI

Il premio Oscar Oliver Stone, regista di film di culto come Platoon, Nato il 4 luglio, The Doors e Natural Born Killers, in visita agli Uffizi. In jeans e maglietta, il 73enne cineasta americano si è presentato con i familiari in galleria nel primo pomeriggio: il direttore Eike Schmidt lo ha guidato...

FRANCESCO MOROSINI: ULTIMO EROE DELLA SERENISSIMA TRA STORIA E MITO

Protagonista indiscusso dell'azione della Serenissima e dei suoi alleati nel Mediterraneo orientale contro l'Impero Ottomano negli ultimi anni di gloria della Serenissima, e prima ancora della resistenza di Candia assediata nell'isola di Creta, Francesco Morosini, doge e capitano generale da mar, fu...

I laboratori del pane a Matera

Il "forno di vicinato", o forno del Rione San Biagio o ancora U firn d Salètt com'era conosciuto, è un piccolo gioiello del patrimonio della Fondazione Sassi. L'antico forno si trova nel cuore del Sasso Barisano, nei pressi della sala mostre e degli ipogei della Fondazione Sassi ed è stato in uso fino...