Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 8 ore fa B. Vergine Maria regina

english italiano

Date rapide

Oggi: 22 agosto

Ieri: 21 agosto

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Italia Lifestyle

Il portale di News, Eventi e Lifestyle Italiano

Italia Lifestyle - Il portale di News, Eventi e Lifestyle Italiano
News, Eventi e Lifestyle Italiano

Amalfi Coast officialHotel Santa Caterina Amalfi

Tu sei qui: Vino e GastronomiaCibo di strada: a Poggibonsi torna lo Streetfood Village

Positano Notizie, non solo news, il portale all news di Positano e della Costiera AmalfitanaAmalfi News non solo notizie è il magazine on line della Costa d'Amalfi Occhi Su Salerno, perchè due occhi non bastano, è il portale all news di Salerno e della sua ProvinciaItalia Turismo e Territorio in un solo portale: Locali d'Autore Italia Lifestyle

Vino e Gastronomia

Dal 12 al 14 ottobre Piazza Matteotti ospiterà per il quarto anno il grande appuntamento

Cibo di strada: a Poggibonsi torna lo Streetfood Village

Torna nella città toscana lo Stretfood Village: in Piazza Giacomo Matteotti oltre 50 cibi di strada per accogliere centinaia di appassionati. L’evento è promosso da Streetfood insieme a Centro Commerciale Naturale “Via Maestra” e con il patrocinio del Comune e Regione Toscana

Scritto da (admin), martedì 9 ottobre 2018 09:59:26

Ultimo aggiornamento martedì 9 ottobre 2018 09:59:26

A Poggibonsi (Siena) è poker per lo Streetfood Village che porterà ancora una volta decine di cibi di strada da tutta Italia e dal mondo dal 12 al 14 ottobre, nella centralissima Piazza Nova (ovvero Piazza Giacomo Matteotti). L'evento rientra nelle decine di tappe del giro d'Europa organizzato dall'Associazione nazionale Streetfood che ancora una volta in collaborazione con l'Associazione Via Maestra e con l'Amministrazione Comunale del borgo della Val d'Elsa, animerà per tre giorni il centro storico della cittadina senese. «La collaborazione con il Comune di Poggibonsi, Proloco e l'Associazione Via Maestra, ha dato vita ormai ad un appuntamento fisso della stagione di questo borgo senese e per la nostra associazione questo evento rappresenta una sorta di festa in un contesto molto vivo quale quello di questo borgo senese - spiega il presidente dell'Associazione Streetfood, Massimiliano Ricciarini - per questa occasione gli appassionati di cibo di strada oltre ai grandi classici italiani, potranno trovare una selezione di nuovi cibi anche dal mondo raccontati e serviti dai protagonisti perché quello che fa la differenza con le altre manifestazioni è proprio l'originalità e la qualità di quello che viene servito».

Il programma e i cibi di strada presenti. Il programma della tre giorni sarà intenso e come al solito non mancheranno musica e intrattenimento per fare da sfondo al ricco menu di strada che anche in questa occasione potranno trovare gli avventori. Si parte dai cibi di "casa" come il fagotto del Chianti e Lampredotto o la spalla di Cinta Senese Dop cotto a bassa temperatura con salse artigianali e ancora l'Aglione della Valdichiana il tutto servito da birra artigianale da grano Verna. Si spazia poi con i tradizionali come le olive e il fritto misto da Ascoli, le bombette da Alberobello e ancora la pizza fritta e fritto misto da Napoli. Novità di quest'anno a Poggibonsi anche il Trentino che arriva con un hamburger realizzato con ingredienti tirolesi e vini del territorio. Tagliolini alla gricia dal Lazio, pane ca' meusa, stigghiole e arancine dalla Sicilia. Dal mondo i vari tagli di carne bovina argentina cotti a riverbero come da tradizione e serviti con empanadas. Dalla Sapagna la Paella e dalla Thailandia un gelato particolare. Vini dei territori dei cibi, birra artigianale del Friuli e della Toscana a marchio Streetfood (in allegato l'elenco completo).

Dieci anni di Streetfood. Oggi, dopo dieci anni di attività, l'Associazione può vantare numeri importanti per il settore. A partire dagli eventi che in dieci anni hanno toccato oltre 100 città italiane, portando in degustazione centinaia di cibi di strada italiani e non solo, raggiungendo, si stima, circa 6 milioni di appassionati negli oltre 400 eventi messi in piedi. A questi eventi vanno aggiunti, oltre alla somministrazione di cibi "certificati", anche attività culturali collaterali, come le visite guidate ai centri storici delle città che hanno ospitato i cosiddetti "Streetfood Village", ma anche convegni, seminari e master di approfondimento. Oltre a questo sono decine le tesi di laurea alla quali l'associazione ha contribuito, centinaia i professionisti aiutati a entrare in questo settore partendo da zero.

Cibo di Strada, il tour del decennale, 9 ottobre 2018 C.s. 50

Menu di Strada a Poggibonsi

Marche - Olive ascolane artigianali e fritto misto

Puglia - Bombette di Alberobello

Campania - Pizza fritta e montanara e fritto misto napoletano

Spagna - Paella valenciana e sangria

Emilia Romagna - Piadina Romagnola

Toscana - fagotto del Chianti e Lampredotto

Trentino - hamburger con ingredienti presi da prodotti tradizionali agroalimentari regionali e vini selezionati e di qualità

Toscana - spalla di Cinta senese DOP cotta a bassa temperatura con salse artigianali al Syrah, Aglione della Valdichiana e Jalapeno, birra artigianale con grano Verna

Lazio - tagliolini alla Gricia

Toscana - Hamburger di Chianina e Cinta Senese

Campania - Panzerotti e pizza in forno

Sicilia - pane ca' meusa, stigghiole, arancine, cannoli

Dolci dal mondo - gelato thailandese, dolci al cucchiaio

Argentina - vari ragli di carne bovina su croci cotta a riverbero come da tradizione argentina e empanadas

Bevande

Vini tradizionali dei territori di provenienza dei cibi di strada

Birra Artigianale del Friuli e Toscana (punto informazioni e presidio dell'Associazione Streetfood - organizzazione)

Galleria Fotografica

rank:

Vino e Gastronomia

Turismo del vino: all’insegna della cultura il programma di MTV Toscana

Un ricchissimo programma di eventi e iniziative quello che il Movimento Turismo del Vino Toscana lancia in anteprima da Vinitaly. Quest'anno MTVToscana vuole promuovere la Cultura del Vino in tutte le sue forme, a partire dall'arte della viticultura e della vinificazione, passando per la cultura degli...

Grande successo per le 53 aziende che hanno aderito all'iniziativa del GAL Irpinia nell'ambito della partnership con Vinitaly International con il concorso "5STARSWINE"

Il presidente del Gal Irpinia, Chieffo: "Programma di valorizzazione territoriale tra i più efficaci perché calibrato sulle reali esigenze del sistema produttivo. Per noi motivo di vero orgoglio, continuiamo a lavorare per lo sviluppo della nostra terra" Domani, 8 aprile, a Vinitaly si parlerà irpino....

A Vinitaly “Montefalco, terra per il Vino”

La naturale vocazione del territorio alla vitivinicoltura al centro della partecipazione del Consorzio Tutela Vini Montefalco all'edizione 2019 di Vinitaly, la fiera più prestigiosa della vitivinicoltura italiana in programma a Verona dal 7 al 10 aprile prossimi. "Montefalco, terra per il vino" è il...

Due giorni in Veneto alla scoperta dei vini veronesi

Tutta l'Italia, si sa, è un paradiso quando si parla di vini. Tuttavia, vi sono regioni che, per tradizione e territorio, sono terre ancora più preziose per gli amanti del vino: una di queste regioni è senza ombra di dubbio il Veneto. In più, il territorio veneto è caratterizzato da paesaggi incantevoli,...

Enoturismo: la Toscana al top, tra le regioni più apprezzate del mondo

La Toscana è tra le mete vinicole preferite al mondo. L'enoturismo in pratica qui è di casa, non solo per la grande e qualificata offerta rappresentata in ogni luogo dalle cantine, ma anche e soprattutto per un'accoglienza che negli anni ha saputo fare la differenza. A certificare le ragioni di tale...